Tour de Ski: nella sprint di Lenzerheide (SVI) Federico Pellegrino 4º, Gaia Vuerich 10a

Di GIANCARLO COSTA ,

Federico Pellegrino nella Sprint di Oberhof (foto lastampa.it)
Federico Pellegrino nella Sprint di Oberhof (foto lastampa.it)

Federico Pellegrino sogna fino a pochi metri dal traguardo di ripetere il podio di due giorni fa a Oberhof ma alla fine deve cedere al veemente ritorno di Simeon Hamilton, Alex Harvey e Martin Sundby nella finale della sprint a tecnica libera di Lenzerheide, terza tappa del Tour de Ski. Il valdostano, sesto nelle qualifiche, conferma il suo crescendo di condizione controllando bene la situazione nei quarti e in semifinale (dove recupera nei metri conclusivi un leggero svantaggio), poi tenta di imporre il proprio ritmo nella finale a sei, quando si ritrova nella discesa conclusiva con dieci metri di vantaggio sugli avversari.

Purtroppo la benzina finsice nel rettilineo conclusivo e Pellegrino deve forzatamente inchinarsi al ritorno del terzetto che lo spinge giù dal podio. Il suo quarto posto è l'ulteriore segnale che Federico è tornato ai vertici della specialità, il suo Tour de Ski finisce qui perchè il calendario da qui alla fine è fatto solamente di gare sulla distanza, ma il suo bilancio è ampiamente positivo.

Hanno superato le qualificazioni pure David Hofer ed Enrico Nizzi, fermatisi nei quarti, mentre sono stati eliminati prematuramente Dietmar Noeckler, Maicol Rastelli, Giorgio Di Centa, Fabio Pasini, Francesco De Fabiani, Giovanni Gullo, Thomas Moriggl e Mattia Pellegrin. La classifica del Tour vede al comando Harvey con 22"7 di vantaggio su Halfvarsson, mercoledì 1 gennaio è prevista una 15 km a tecnica classica semrpe a Lenzerheide.         

Ordine d'arrivo sprint TL maschile Tour de Ski Lenzerheide (Svi):

1 HAMILTON Simeon      1987      USA

 2 HARVEY Alex      1988      CAN

 3 SUNDBY Martin Johnsrud      1984      NOR

 4 PELLEGRINO Federico      1990      ITA

 5 KROGH Finn Haagen      1990      NOR

 6 HALFVARSSON Calle      1989      SWE

 7 NORTHUG Petter Jr.      1986      NOR

 8 NEWELL Andrew      1983      USA

 9 CHERNOUSOV Ilia      1986      RUS

 10 TSCHARNKE Tim      1989      GER

20 HOFER David      1983      ITA

 29 NIZZI Enrico      1990      ITA

 38 NOECKLER Dietmar      1988      ITA

 52 RASTELLI Maicol      1991      ITA

 57 DI CENTA Giorgio      1972      ITA

 59 PASINI Fabio      1980      ITA

 85 DE FABIANI Francesco      1993      ITA

 87 GULLO Giovanni      1983      ITA

 94 MORIGGL Thomas      1981      ITA

 99 PELLEGRIN Mattia      1989      ITA

Classifica Tour de Ski maschile dopo tre tappe su sette:

1 HARVEY Alex CAN 13:38.3

2 HALFVARSSON Calle SWE +22.7

3 SUNDBY Martin Johnsrud NOR +27.0

4 NORTHUG Petter jr. NOR +43.7

5 ERIKSSON Jens SWE +44.3

6 NEWELL Andrew USA +48.7

7 KROGH Finn Haagen NOR +51.0

8 KERSHAW Devon CAN +52.5

9 CHERNOUSOV Ilia RUS +56.5

10 PELLEGRINO Federico ITA +58.8

41 HOFER David ITA +1:38.2

57 NOECKLER Dietmar ITA +1:45.4

62 NIZZI Enrico ITA +1:48.3

69 DI CENTA Giorgio ITA +1:53.7

76 GULLO Giovanni ITA +1:58.5

80 PASINI Fabio ITA +2:04.2

83 RASTELLI Maicol ITA +2:06.8

87 MORIGGL Thomas ITA +2:12.5

90 DE FABIANI Francesco ITA +2:17.5

95 PELLEGRIN Mattia ITA +2:24.0

Federico Pellegrino ha sperato fino a pochi metri dal traguardo di Lenzerheide di cogliere il primo successo della carriera in Coppa del Mondo, purtroppo il suo piano è naufragato proprio quando i tifosi italiani cominciavano a sperare nell'impresa. "Oggi volevo provare a fare il numero fino in fondo ma non ce l'ho fatta - racocnta il poliziotto valdostano -. Sarei potuto partire prima in salita, poi alla fine della discesa non ho sentito più le gambe. E' stato un bel finale di 2013, adesso pensiamo a consolidare la condizione in vista delle prossime settimane. Il calendario di gennaio propone tre gare sprint in Coppa del mondo e saranno tutte in pattinato, per cui cercherò di raggiungere nuovamente risultati importanti. Alla fine del mese avremo il ritiro preolimpico in quota. Lavoriamo da più di un anno per Sochi, sta arrivando il momento della verità".

Gara femminile

E' lotta sul filo dei secondi nel Tour de Ski femminile che ha celebrato la terza tappa, una sprint in tecnica libera a Lenzerheide. Sulla pista svizzera la vincitrice di giornata è la norvegese Ingvild Flugstad Oestberg che approfitta della giornata storta di Marit Bjoergen (eliminata nei quarti di finale) per assicurarsi gara e primato nella classifica provvisoria con un vantaggio di 2" sull'illustre connazionale. Le fanno compagnia sul podio di tappa l'altra vichinga Astrid Jacobsen e la tedesca Denise Herrmann, mentre la squadra italiana apprezza l'ottimo comportamento delle giovani Gaia Vuerich e Greta Laurent, entrambi spintesi sino alle semifinali e alla fine decima e undicesima. Hanno superato il taglio pure Martin Topranin e Ilaria Debertolis, eliminate nei quarti, non ce l'hanno invece fatta al mattino Elisa Brocard, Lucia Scardoni, Marina Piller e Debora Agreiter. Per Vuerich e Debertolis il Tour de Ski finisce qui, le altre saranno impegnate mercoledì 1 gennaio nella 10 km a tecnica classica sempre sulla pista di Lenzerheide, prima del secondo giorno di riposo che comporterà il trasferimento in Italia per le ultime tre tappe fra Dobbiaco e Val di Fiemme.    

Ordine d'arrivo sprint TL femminile Tour de Ski Lenzerheide (Svi):

1 OESTBERG Ingvild Flugstad      1990      NOR

 2 JACOBSEN Astrid Uhrenholdt      1987      NOR

 3 HERRMANN Denise      1988      GER

 4 VAN DER GRAAFF Laurien      1987      SUI

 5 KOLB Hanna      1991      GER

 6 CALDWELL Sophie      1990      USA

 7 KYLLOENEN Anne      1987      FIN

 8 ERIKSON Hanna      1990      SWE

 9 JEAN Aurore      1985      FRA

 10 VUERICH Gaia      1991      ITA

 11 LAURENT Greta      1992      ITA

 17 DE MARTIN TOPRANIN Virginia      1987      ITA

 29 DEBERTOLIS Ilaria      1989      ITA

 42 BROCARD Elisa      1984      ITA

 46 SCARDONI Lucia      1991      ITA

 57 PILLER Marina      1984      ITA

 70 AGREITER Debora      1991      ITA

Classifica Tour de Ski femminile dopo tre tappe su sette:

1 OESTBERG Ingvild Flugstad NOR 11:57.4

2 BJOERGEN Marit NOR +2.0

3 HERRMANN Denise GER +2.3

4 JACOBSEN Astrid Uhrenholdt NOR +9.0

5 KYLLOENEN Anne FIN +23.2

6 CALDWELL Sophie USA +34.6

7 ERIKSON Hanna SWE +40.8

8 KOLB Hanna GER +42.7

9 JASKOWIEC Sylwia POL +43.6

10 VAN DER GRAAFF Laurien SUI +44.2

12 VUERICH Gaia ITA +47.9

35 BROCARD Elisa ITA +1:25.7

38 DEBERTOLIS Ilaria ITA +1:29.2

43 LAURENT Greta ITA +1:34.1

47 SCARDONI Lucia ITA +1:37.8

49 PILLER Marina ITA +1:39.1

50 DE MARTIN TOPRANIN Virginia ITA +1:39.5

68 AGREITER Debora ITA +2:04.3

Fonte fisi.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti