Tour de Ski: Federico Pellegrino secondo nella Sprint di Val Mustair vinta da Klaebo

Di GIANCARLO COSTA ,

Federico Pellegrino con il team Italia in Val Mustair (foto fisi)
Federico Pellegrino con il team Italia in Val Mustair (foto fisi)

E' ancora Johannes Klaebo a insinuarsi fra Federico Pellegrino e la vittoria nella sprint in tecnica libera di Val Mustair, in Svizzera, nella terza tappa (sulle sette in programnma) del Tour de Ski. Il norvegese, che all'inizio di dicembre si era imposto a Davos e pure nella tappa inaugurale di Dobbiaco aveva messo i suoi sci davanti a tutti, ha approfittato di un contatto sulla salita conclusiva fra il campione valdostano e il russo Sergei Ustiugov (terzo al traguardo), con quest'ultimo che ha danneggiato la papera di Pellegrino, impossibilitato a spingere al massimo delle proprie forze nel momento in cui Klaebo si involava verso il traguardo indisturbato. Federico ha limitato i danni con un importante secondo posto che gli vale il ventitreesimo podio della carriera in Coppa del mondo, mentre Klaebo balza in vetta alla graduatoria del Tour de Ski con 12" di vantaggio su Ustiugov.

A passare le qualificazioni anche Francesco De Fabiani, che sta qualificandosi per la fase finale in questo format con una discreta continuità. L'alpino di Gressoney si è fermato nei quarti, ma è quindicesimo in generale e da mercoledì 2 gennaio nella 15 km a tecnica classica di Oberstdorf comincerà a sferrare il suo attacco al podio, nel tentativo di entrare nella top ten. Fuori anzitempo il resto della pattuglia di casa nostra, che perderà dalla prossima tappa come da programma stilato con i tecnici, Pellegrino, Stefan Zelger e Enrico Nizzi.

Queste le dichiarazioni di Federico Pellegrino: "Sono arrabbiato perchè volevo vincere e potevo farlo, però in cima all'ultima salita dove ero posizionato perfettamente, mi sono toccato con Ustiugov che mi ha staccato la papera, così durante l'ultimo scollinamento il bastone si infilava nella neve e non era più possibile attaccare Klaebo. Senza questo intoppo avrei potuto dire la mia, perchè sia nei quarti che in semifinale avevo dimostrato di stare bene. Adesso mi fermo qui, con i problemi alla schiena di settimana scorsa non voglio rischiare, anche perchè mercoledì le previsioni parlano di neve a Oberstdorf, non sarebbero condizioni ideali per il mio stato attuale, preferisco pensare alla gara di Dresda di sabato 12 gennaio, dove mi attende un'altra sprint". La classifica di specialità dopo cinque delle dodici prove in programma vede al comando Klaebo con 304 punti davanti a Pellegrino con 237 e Brandsdal con 183.

Classifica Tour de Ski maschile dopo tre tappe su sette:
1. Johannes Klaebo (Nor) 34'44"1
2. Sergey Ustiugov (Rus) +12"0
3. Alexander Bolshunov (Rus) +25"1
4. Emil Iversen (Nor) +45"6
5. Sindre Skar (Nor) +58"5
6. Richard Jouve (Fra) +1'12"9
7. Federico Pellegrino (Ita) +1'19"4
8. Simen Krueger (Nor) +1'24"2
9. Finn Krogh (Nor) +1'26"2
10. Calle Halfvarsson (Sve) +1'45"5

15. Francesco De Fabiani (Ita) +2'02"8
51. Giandomenico Salvadori (Ita) +3'23"5
53. Dietmar Noeckler (Ita) +3'27"8
57. Stefano Gardener (Ita) +3'35"5
71. Enrico Nizzi (Ita) +4'15"3
72. Maicol Rastelli (Ita) +4'23"6
77. Stefan Zelger (Ita) +4'44"7

Gara femminile

Stina Nilsson imita Johannes Klaebo e dopo avere vinto la sprint iniziale del Tour de Ski a Dobbiaco, concede il bis anche a Val Mustair. La svedese ha dominato anche in questa occasione il campo, precedendo in finale il duo statunitense composto da Sophie Caldwell e Jessica Diggins, quest'ultima nuova leader del torneo dopo tre tappe con 1"1 di vantaggio sulla norvegese Ingvidl Oestberg, quarta nell'occasione. Giornata senza soddisfazioni per le azzurre, con Greta Laurent prima delle escluse nelle qualificazioni per pochi centesimi, più lontane le altre. Mercoledì 2 gennaio la quarta tappa prevede una 10 km in tecnica classica con partenza a massa, alla quale non prenderanno parte come da programma Laurent e Alice Canclini, mentre Elisa Brocard ancora alle prese con i postumi di un'influenza ha deciso di fermarsi.

Classifica Tour de Ski femminile dopo tre tappe su sette:
1. Jessica Diggins (Usa) 28'25"6
2. Ingvild Oestberg (Nor) +1"1
3. Natalia Nepryaeva (Rus) +15"1
4. Yulia Belorukova (Rus) +31"8
5. Oda Ingfemasdotter (Sve) +51"9
6. Stina Nilsson (Sve) +52"0
7. Krista Parmakoski (Fin) +56"9
8. Sadie Bjornsen (Usa) +1'19"4
9. Anastasia Sedova (Rus) +1'23"0
10. Sophie Caldwell (Usa) +1'27"6
33. Caterina Ganz (Ita) +3'04"1
38. Elisa Brocard (Ita) +3'11"3
49. Sara Pellegrin (Ita) +3'37"6
60. Greta Laurent (Ita) +4'16"7
65. Alice Canclini (Ita) +6'03"4

Fonte fisi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti