Tour de Ski: all'Alpe del Cermis 3º Roland Clara. In classifica generale 8º Giorgio Di Centa, vittoria maschile del russo Legkov, femminile della polacca Kowalczyk

Di GIANCARLO COSTA ,

L'arrivo di Giorgio Di Centa all'Alpe del Cermis (foto Newspower)
L'arrivo di Giorgio Di Centa all'Alpe del Cermis (foto Newspower)

La tappa conclusiva del Tour de Ski prevedeva i 9 chilometri in tecnica libera dal Lago di Tesero fino all'Alpe del Cermis, con la salita finale entrata ormai a far parte della storia dello sci fondo.

Termina con un'imperiosa prova di Giorgio Di Centa il Tour de ski edizione 2013, sesto nella prova finale e capace di risalire altre 6 posizioni nella classifica generale e concludere all'ottavo posto nella corsa a tappe di inizio anno. Di Centa ha dato una dimostrazione di grande forza e di capacità tattiche enormi che lo rendono, a quarantanni, l'azzurro più in forma del momento. Il distacco del campione carnico è di 2'15"5 dal vincitore del Tour de ski, il russo Alexander Legkov, che ha concluso con il tempo di 3h29'28"6, regolando Dario Cologna per 18"7 e il compagno di squadra Maxim Vylegzhanin per 40"7. Solo quarto Petter Northug, arrivato senza energie alla tappa finale.

In rimonta anche il secondo degli azzurri Thomas Moriggl, 25/o nella classifica finale e quinto di giornata ed è 30/o Roland Clara, oggi terzo che vale come podio in Coppa del mondo. 31/o Dietmar Noeckler e 33/o Valerio Checchi, mentre sono più indietro Fabrizio Clementi e Mattia Pellegrin.

Con i 400 punti del Tour de ski, Legkov conquista anche la testa della Coppa del mondo con 799 punti e precede Northug che ne ha 759. Terzo è Cologna a quota 751. Brillante decimo posto per Giorgio Di Centa a quota 348.

Classifica finale Tour de ski (7 tappe su 7):

1 LEGKOV Alexander RUS 3h29:28.6

2 COLOGNA Dario SUI +18.7

3 VYLEGZHANIN Maxim RUS +40.7

4 NORTHUG Petter jr. NOR +1:07.7

5 HELLNER Marcus SWE +1:12.4

6 BAUER Lukas CZE +1:41.7

7 BABIKOV Ivan CAN +2:04.4

8 DI CENTA Giorgio ITA +2:15.5

9 OLSSON Johan SWE +2:20.7

10 CHERNOUSOV Ilia RUS +2:47.5

25 MORIGGL Thomas ITA +5:38.6

30 CLARA Roland ITA +7:21.5

31 NOECKLER Dietmar ITA +7:28.6

33 CHECCHI Valerio ITA +7:51.5

45 CLEMENTI Fabrizio ITA +10:18.6

54 PELLEGRIN Mattia ITA +14:07.6

Pronostici rispettati nella gara femminile, con la polacca Justyna Kowalczyk, che scattava in testa con un margine di oltre 2' su Therese Johaug che la inseguiva, ha controllato la situazione, terminando le sue fatiche con un margine di 27"90 sulla piccola norvegese. Per lei si tratta del quarto trionfo consecutivo nel trofeo giunto alla settima edizione. Terzo posto per l'altra norvegese Kristin Steira a 2'39"5. Rimangono fuori dal podio la finlandese Krista Lahteenmaki, quarta e Astrid Jacobsen, quinta.

In chiave italiana ottimo ventiduesimo posto di Debora Agreiter, a proprio agio sulle impegnative rampe della montagna trentina, capace di recuperare ben nove posizioni nella tappa conclusiva con un ottimo nono tempo di giornata. "Sapevo che le mie caratteristiche erano adatte per questo tipo di format - racconta la ventenne altoatesina, che migliora il 27simo posto della passata stagione -. E' stato un Tour molto faticoso, che però mi ha insegnato tante cose. Esco da qui con buone indicazioni per i Mondiali, adesso cercheremo di consolidare questo stato di forma". Positiva anche Virginia De Martin, ventiquattresima (39sima odierna), in recupero pure Veronica Cavallar (34sima col 24simo tempo) e Marina Piller (42sima anche di giornata). 

Classifica finale Tour de ski femminile:

1 KOWALCZYK Justyna POL 2:25:21.6

2 JOHAUG Therese NOR +27.9

3 STEIRA Kristin Stoermer NOR +2:39.5

4 LAHTEENMAKI Krista FIN +3:04.7

5 JACOBSEN Astrid Uhrenholdt NOR +3:13.5

6 WENG Heidi NOR +3:29.1

7 KALLA Charlotte SWE +3:51.3

8 ROPONEN Riitta-Liisa FIN +4:19.6

9 KYLLOENEN Anne FIN +4:23.0

10 ZELLER Katrin GER +4:58.4

22 AGREITER Debora ITA +8:53.6

24 DE MARTIN TOPRANIN Virginia ITA +9:20.5

34 CAVALLAR Veronica ITA +11:48.0

42 PILLER Marina ITA +14:15.9

Fonte fisi.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti