Torna domenica 28 febbraio 2016 il Tris Rotondo, la gara top di scialpinismo del Canton Ticino in Svizzera

Di GIANCARLO COSTA ,

Tris Rotondo
Tris Rotondo

Domenica 28 febbraio 2016 si tiene la 7ma edizione della competizione di scialpinismo biennale che, oltre ad essere la “top race” del territorio di lingua italiana in terra elvetica (il Canton Ticino), è anche fra le più prestigiose a livello internazionale. Grazie alle sue caratteristiche, infatti, con tre diverse gare su tre percorsi con lunghezze, dislivelli e difficoltà crescenti offre un ampio spettro di possibilità per soddisfare le caratteristiche sia degli amatori che degli atleti più preparati alle lunghe distanze e ai terreni tecnici.

Il Tris Rotondo si svolge nell’alto Ticino, in Val Bedretto per la precisione, attorno al Pizzo Rotondo (3192 m), su un itinerario circolare, come suggerisce il nome, che pur non toccando la vetta della grande montagna, rimane a una quota media superiore ai 2500 metri, percorrendo ghiacciai, ripidi canali e pendii grandiosi. Uno scenario particolarmente adatto alla pratica dello scialpinismo che tocca tre aree linguistiche (italiana, tedesca e francese) e tre cantoni svizzeri (Vallese, Uri e Ticino, appunto), salendo su tre cime alte più di 3000 metri (Chüebodenhorn, Witenwasserenstock e Pesciora). I tre percorsi a cui potranno iscriversi i partecipanti sono: il Short Tris (corto) con 1430 metri di dislivello (i dislivelli si intendono sia in positivo che in negativo) e km. 10,2 di sviluppo per pattuglie di due componenti, il Main Tris con 2230 m di dislivello e km. 17 di sviluppo per pattuglie di due componenti e il Super Tris con 3220 m di dislivello e km. 22,3 di sviluppo per pattuglie di due o tre componenti.

L’edizione 2016 del Tris Rotondo non spingerà solo gli atleti verso le cime più alte del Ticino ma anche verso le altissime montagne nepalesi. Per la prima volta la competizione affiancherà scialpinismo e solidarietà accogliendo e sostenendo l’associazione Kam for Sud, l’Ong ticinese, riconosciuta a livello internazionale e attiva in Hymalaia dal 1998 per portare aiuto, scambio di conoscenze e rapporti. Dopo il sisma del 25 aprile 2015 che ha toccato numerose regioni del Nepal, l’associazione si è concentrata nella ricostruzione delle abitazioni distrutte. Tris Rotondo ha deciso di chiedere un piccolo sforzo agli atleti con un aumento simbolico del costo di iscrizione del 2016. A sua volta il comitato organizzatore verserà una quota ulteriore per ogni atleta partecipante. A conti fatti si spera poter promuovere la ricostruzione di 16 abitazioni. I corridori, dal canto loro, approfitteranno di alcune novità nate per l’occasione: il Gran Premio Kam for Sud che premierà alcune squadre sulla base di criteri di velocità, età e altri, dando a tutti la possibilità di vincere, non solo ai più forti. Il Gran premio si svolgerà su una sezione del percorso percorsa da tutte le squadre in gara.

Informazioni da venerdì 18 dicembre e iscrizioni dal 19 dicembre su www.trisrotondo.ch

Di Lorenzo Scandroglio

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti