Lo svizzero Dario Cologna vince a sorpresa lo skiathlon maschile. Di Centa 12º, De Fabiani 22º

Di GIANCARLO COSTA ,

Dario Cologna vince la skiathlon maschile del fondo sulla pista del "Laura Cross Country & Biathlon Center" e dopo l'oro nella 15 km di Vancouver, sale nuovamente sul gradino più alto del podio in una gara tattica che è si è decisa come spesso accade negli ultimi due chilometri, quando il forcing dello svizzero ha prodotto una spaccatura nel gruppo di testa, al quale hanno retto soltanto lo svedese Marcus Hellner e il norvegese Martin Sundby, alla fine medaglie d'argento e di bronzo.

Ottimo il comportamento di Giorgio Di Centa, sempre nelle posizioni di vertice. Il suo dodicesimo posto rassicura lo staff sulle sue condizioni di forma: l'ex campione olimpico sarà sicuro protagonista delle prossime gare, a cominciare dalla staffetta. Si affaccia nelle zone alte della classifica anche il giovane ventunenne Francesco De Fabiani. Il valdostano si è classificato al ventiduesimo posto, mentre Roland Clara ha pagato una cattiva giornata nella parte in classico e non ha più avuto modo di recuperare in pattinato.

Il prossimo appuntamento con il fondo è fissato per martedì 11 febbraio con la sprint a tecnica libera alla quale prenderanno parte Federico Pellegrino, David Hofer, Enrico Nizzi e Dietmar Noeckler fra gli uomini e Gaia Vuerich, Greta Laurent e Ilaria Debertolis fra le donne.       

Ordine d'arrivo skiathlon maschile Sochi (Rus):

1 COLOGNA Dario SUI 1:08:15.4

2 HELLNER Marcus SWE +0.4

3 SUNDBY Martin Johnsrud NOR +1.4

4 VYLEGZHANIN Maxim RUS +1.5

5 CHERNOUSOV Ilia RUS +13.6

6 GAILLARD Jean Marc FRA +14.4

7 RICHARDSSON Daniel SWE +16.3

8 DUERR Johannes AUT +16.6

9 MANIFICAT Maurice FRA +18.2

10 NELSON Lars SWE +22.3

12 DI CENTA Giorgio ITA +28.3

22 DE FABIANI Francesco ITA +1:55.3

30 CLARA Roland ITA +2:40.9

Le dichiarazioni degli azzurri dopo la skiathlon maschile di Sochi.

Giorgio Di Centa: "Innanzitutto sono contento di avere tenuto fino all'ultimo chilometro e mezzo dalla fine, ringrazio lo staff tecnico che mi ha consentito di recuperare al meglio dai miei acciacchi alla schiena. Mi manca nel finale ma lo sapevo i lavori che ho saltato causa infortuni nell'ultimo mese, tengo bene il ritmo gara ma manca qualcosina sul finire. Spero di ritrovare questo spunto conclusivo. I materiali hanno tenuto bene. Non mi aspettavo la vittoria di Cologna, aveva dato qualche segnale a Dobbiaco ma non pensavo arrivasse davanti a tutti".

Francesco De Fabiani: "Ho superato le mie aspettative, mi sono staccato un po' ma non avrei mai pensato di arrivare così tanto avanti. Stavo bene in queste settimane, ho sperato di qualificarmi e ci sono riuscito. Correre ad un'Olimpiade sembra di essere in un parco divertimenti, soprattutto il villaggio è bellissimo. Spero di avere altre possibilità di dimostrare il mio valore, magari già nella 15 km".

Fonte fisi.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti