Nella Sprint degli Europei di Pelvoux, Italia d’argento con Robert Antonioli e Alessandra Cazzanelli, bronzo per Alba De Silvestro

Di GIANCARLO COSTA ,

Il_podio_senior_con_Robert_Antonioli_d'argento.jpg (Foto ismf-ski).org
Il_podio_senior_con_Robert_Antonioli_d'argento.jpg (Foto ismf-ski).org

Lunedì è andata in scena la prova sprint sulle nevi di Pelvoux, una gara avvincente che ha visto la supremazia della Francia nelle categorie Junior e Cadetti, con quattro ori. Solo tra i Senior la Francia non è andata a medaglia se non fosse per un bronzo conquistato tra gli Espoir. La Germania e la Svizzera di dividono le vittorie tra i Senior.

Il tracciato che assegnava i titoli Europei di specialità ha confermato l’assoluta spettacolarità di questo tipo di gara, breve, tecnica ed esplosiva adatta a essere seguita in tutte le sue parti dal pubblico.

Per quanto riguarda i nomi di spicco dello scialpinismo internazionale c’è da segnalare che Kilian Jornet Burgada è uscito in semifinale per un problema all’attacco nell’ultima risalita verso il traguardo, Mireia Miro Varela per una penalità non ha passato nemmeno lei la semifinale e Laetitia Roux sempre per una penalità inflitta dai giudici è stata fermata alle qualificazioni.

Per quanto riguarda la gara Senior dopo le semifinali al cardiopalma si ritrovano in finale Josef Rottmoser, Roberto Antonioli, Marcel Marti, Yannick Ecoeur, Marcel Theux e Andreas Steindl. Allo sparo sono tutti disposti in linea, salgono alla velocità della luce, al primo cambio Antonioli inizia il tratto a piedi leggermente prima di Josef Rottmoser. Nel tratto a piedi i due sono molto vicini. Il tedesco inizia la discesa per primo, Antonioli lo segue a una manciata di secondi inseguito da Marcel Marti. Oro, argento e bronzo, il podio è completo. I primi due sono anche oro e argento nella categoria Espoir, mentre la medaglia di bronzo va ad Andreas Steindl.

Nella gara Senior, ma al femminile, la giovanissima svizzera Mireille Richard vince davanti alla connazionale Severine Pont Combe e alla polacca Anna Figura. La Richard vince anche la categoria Espoir.

Tra i cadetti, che come le donne e gli Junior avevano un percorso di qualche decina di secondi più breve rispetto ai Senior, vincono Adrien Buet con alle spalle lo svizzero Thomas Corthay e lo spagnolo Aleix Domenech. Nelle cadette vittoria per Louise Borgnet. Medaglia d’argento per Adele MIlloz. Sale sul terzo gradino del podio l’italiana Alba De Silvestro. Nella categoria Junior in vetta al podio c’è ancora la Francia tra i maschi con Corentin Cerutti e tra le donne con Axelle Mollaret. Le medaglie d’argento sono per Alessandra Cazzanelli e per Pierre-Elie Carron. Sul terzo gradino del podio salgono il francese Emilio Corbex e la spagnola Marta Garcia Farres.

Domani si correrà la gara individuale riservata ai giovani.

SENIOR M

1. Josef Rottmoser (Ger) 2.41.01

2. Roberto Antonioli (ITA) 2.48.08

3. Marcel Marti (SUI) 2.51.09

SENIOR F

1. Mireille Richard (SUI) 2.57.04

2. Severine Pont-Combe (SUI) 2.59.03

3. Anna Figura (POL) 3.05.00

ESPOIR M

1. Josef Rottmoser (Ger) 2.41.01

2. Roberto Antonioli (ITA) 2.48.08

3. Andreas Steindl (SUI) 3.13.02

ESPOIR F

1. Mireille Richard (SUI) 2.57.04

2. Anna Figura (POL) 3.05.00

3. Emilie Favre (FRA) 3.18.07

JUNIOR M

1. Corentin Cerutti (FRA) 2.28.06

2. Pierre-Elie Carron (SUI) 2.25.05

3. Emilio Corbex (FRA) 2.48.09

JUNIOR F

1. Axelle Mollaret (FRA) 3.13.06

2. Alessandra Cazzanelli (ITA) 3.15.02

3. Marta Garcia Farres (ESP) 3.15.08

CADETTI M

1. Adrien Buet (FRA) 2.44.05

2. Thomas Corthay (SUI) 2.50.08

3. Aleix Domenech (ESP) 2.53.00

CADETTI F

1. Louise Borgnet (FRA) 3.22.08

2. Adele Milloz (FRA) 3.25.09

3. Alba De Silvestro 3.36.01

Fonte ismf-ski.org

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti