Nella Sprint dei Campionati Italiani Assoluti a Passo Cereda (TN) Loris Frasnelli e Francesca Baudin mettono tutti in fila

Di GIANCARLO COSTA ,

Francesca Baudin conduce la finale (foto Newspower)
Francesca Baudin conduce la finale (foto Newspower)

Un urlo liberatorio e di gioia quello di Loris Frasnelli al termine dell’ultima batteria di finale sprint. Ieri a Passo Cereda, nella trentina Valle di Primiero, è stata la giornata di Campionati Italiani Assoluti di fondo riservata ai velocisti e il trentino della Guardia di Finanza ha letteralmente bruciato tutta la concorrenza, a cominciare dal collega Fulvio Scola e dal valdostano Francois Vierin (CS Forestale), secondo e terzo rispettivamente. Quasi incredula ma assai determinata, invece, è stata la ventenne Francesca Baudin che, alla sua prima stagione da Senior, non si è fatta troppi scrupoli a tenersi dietro le varie Debertolis, Pellegrini, De Martin Topranin, Roncari e Sturz, e mettersi indosso il titolo 2014.

Con il cielo cupo e piovigginoso sopra Passo Cereda, questa mattina si sono ritrovati gli sprinters dei vari gruppi sportivi per contendersi quei titoli vinti lo scorso anno da Federico Pellegrino e Gaia Vuerich, entrambi impegnati in Polonia per le gare di Coppa del Mondo.

Nuovi campioni da incoronare quindi e dalle tornate di qualifica si sono avute le prime indicazioni, con il trio Debertolis, Baudin, Pellegrini a scivolare con estrema nonchalance più veloci di tutte lungo l’anello da 1,4 km allestito nel centro del fondo. Al maschile il giro gara misurava 1,8 km e il miglior tempo di qualifica è stato quello di Enrico Nizzi del CS Esercito, davanti al carabiniere altoatesino Hofer e al forestale Bertolina.

Le due semifinali femminili erano affare di Francesca Baudin da un lato, brava a tenere dietro Sara Pellegrini, e della poliziotta di casa Ilaria Debertolis comodamente davanti a Sturz e De Martin Topranin.

In finale la valdostana Baudin partiva a razzo e alla prima curva riusciva a rimanere in testa tallonata dalla trentina Sturz, mentre dietro le inseguitrici si attardavano in un leggero incidente. A metà tracciato il gruppo si era ricompattato, ma la giovane finanziera dimostrava tutto il suo carattere e riusciva anche nell’ultima erta prima del finish a stare davanti e mettersi al collo in fondo la medaglia più preziosa.

La giornata di Loris Frasnelli, come lui stesso ha poi commentato alla fine, non era partita in maniera soddisfacente, settimo tempo di qualifica a sei secondi abbondanti da uno spumeggiante Nizzi. Ai quarti la musica è però subito cambiata e il finanziere trentino ha tirato fuori le unghie portando a casa la batteria con autorità sul collega veneto Scola. In semifinale Frasnelli ha tirato per tre quarti di giro, ma sul traguardo ha chiuso secondo in volata dietro a Nizzi, mentre nella parte bassa del tabellone si mettevano in luce i carabinieri Hofer e Clementi. In finale, pronti via e Scola iniziava a fare la lepre, Hofer teneva il passo ma scivolava a terra e usciva dai giochi. Nizzi, dal canto suo, aveva forse dato troppo nelle batterie precedenti, mentre sia Frasnelli che Vierin pattinavano con scioltezza. Sull’ultima salita prima del traguardo l’irresistibile allungo di Frasnelli che, dall’alto dei suoi…34 anni (era oggi il “vecchietto” di turno), gli valeva il tricolore cucito sul petto con grido di gioia conclusivo più che dovuto.

Info: www.usprimiero.com

Classifica Sprint TL maschile

1. Frasnelli Loris Gs Fiammegialle; 2. Scola Fulvio Gs Fiammegialle; 3. Vierin Francois Cs Forestale; 4. Hofer David Cs Carabinieri; 5. Nizzi Enrico Cs Esercito; 6. Clementi Fabio Cs Carabinieri

Classifica Sprint TL femminile

1. Baudin Francesca Gs Fiammegialle; 2. Sturz Giulia Gs Fiamme Oro; 3. Debertolis Ilaria Gs Fiamme Oro; 4. Pellegrini Sara Gs Fiamme Oro; 5. De Martin Topranin Virginia Cs Forestale; 6. Roncari Debora Cs Carabinieri

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti