Snowboarder italiano muore sul ghiacciaio di Zermatt

Di GIANCARLO COSTA ,

Un ragazzo di 19 anni è deceduto sugli impianti di Zermatt, in Svizzera, mentre praticava snowboard. Il giovane italiano è caduto in un crepaccio del ghiacciaio di Plateau Rosa, da 15 metri d'altezza ed è morto sul colpo. Lo polizia cantonale ha precisato che l'incidente si è verificato a 3.400 metri di quota. Il ragazzo era in montagna con altri due amici, anche loro italiani. Fabio Paravella, questo il nome della vittima, viveva a Stradella in provincia di Pavia. Secondo la ricostruzione l'incidente sarebbe avvenuto lunedì quando il ragazzo, insieme ai due amici stava scendendo con il suo snowboard, per rientrare da verso la funivia di Plateau Rosa e poi Cervinia.

Secondo il racconto degli amici, Fabio Paravella era davanti a tutti, ha visto che una pista, normalmente chiusa, era aperta. Si è infilato, ma è scomparso dopo pochi metri, cadendo in un crepaccio.


  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti