Snowboardcross: Michela Moioli sbanca Reiteralm, quarta Brutto, quinto Visintin

Di GIANCARLO COSTA ,

Michela Moioli vincitrice dello SBX di Reiteralm (foto Pisoni)
Michela Moioli vincitrice dello SBX di Reiteralm (foto Pisoni)

Partita con un po’ di frustrazione, a causa di rinvii e cancellazioni di gare per covid o mancanza di neve, la stagione di Coppa del Mondo di Snowboardcross di Michela Moioli sta assumendo i toni di una marcia trionfale. Dopo la conquista di 2 medaglie d’argento ai recenti Campionati Mondiali di SBX in Svezia, la bergamasca del Centro Sportivo Esercito va a segno in Coppa del Mondo nella stazione austriaca di Reiteralm, conquistando altre alla 15ma vittoria in carriera, anche il pettorale giallo di leader di Coppa del Mondo, trofeo vinto anche nel 2020.

Dopo aver stabilito in miglior tempo in qualifica, è arrivata ancora una volta in finale, con l’americana Lindsey Jacobellis che finisce seconda, la francese Chloe Trespeuch terza e la compagna di squadra Raffaella Brutto quarta. Le altre azzurre in gara della Nazionale allenata dai fratelli Luca e Stefano Pozzolini e diretta da Cesare Pisoni, sono Sofia Belingheri 14ma e Caterina Carpano 21ma. Michela Moioli con il successo odierno torna in testa alla classifica generale con 250 punti davanti alla ceca Eva Samkova con 205, terza è la francese Faye Gulini con 186.

Nella gara maschile successo dell’austriaco Alessandro Haemmerle sullo spagnolo Lucas Eguibar, che rovescia il verdetto dei Mondiali svedesi, terzo lo statunitense Mick Dierdorff. Quinto e fuori in semifinale Omar Visintin, mentre Lorenzo Sommariva è 13°, Michele Godino 22°, Thomas Belingheri 35°, Tommaso Leoni 41° e Filippo Ferrari 51°. In classifica generale l’austriaco Haemmerle è in testa con 220 punti, 2° il canadese Grondin, primo degli italiani è Lorenzo Sommariva 9° con 116 punti.

Le dichiarazioni di Michela Moioli: “E’ stata una bellissima giornata, con una bella gara su una bella pista, dove mi sono sentita bene sin da subito. Sapevo che avrei potuto fare bene, ho affrontato una run dopo l’altra con piglio e decisione. Il momento più decisivo è stato durante la semifinale, molto impegnativa, nella quale Raffaella Brutto ha fatto fuori Samkova e questo mi ha favorito molto in ottica classifica generale. In finale non ho guardato in faccia a nessuno, partire davanti era fondamentale perchè le curve erano difficili, chi poteva scegliere le proprie linee era avvantaggiato, sono contenta di come ho surfato sia fisicamente che tecnicamente. Adesso cercherò di difendere questo pettorale da qui alla fine della stagione, a cominciare dalla prossima tappa in Georgia”.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti