Slopestyle di Mammoth: Lauzi 15mo, vittorie di Henricksen e Anderson

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio femminile Slopestyle Mammoth (foto fissnowboard)
Podio femminile Slopestyle Mammoth (foto fissnowboard)

Emiliano Lauzi ha chiuso in 15ma posizione la finale di slopestyle disputata a Mammoth, negli Usa, e valida per la Cdm. Nella sua miglior run Lauzi ha totalizzato 31,53 punti, meno di quanto ha fatto il padrone di casa Dusty Henricksen, vincitore della prova grazie ad un punteggio pari a 84,51. L'americano ha condiviso il podio con il giapponese Ryoma Kimata e con l'altro statunitense Justus Henkes. Non hanno partecipato alla finalissima Loris Framarin e Nicola Liviero, fermatisi nelle qualifiche.

Nella classifica di specialità comanda proprio Henricksen con 1290 punti, 90 in più del connazionale Henkes. Il primo azzurro in graduatoria è Emiliano Lauzi, il quale occupa la 15esima piazza. Anche in campo femminile la vittoria porta la firma di una americana, Jamie Anderson, brava nel far meglio della canadese Laurie Blouin e della britannica Katie Ormerod. Al via non era presente alcuna italiana.

Fonte fisi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti