Ski-Alp sotto le stelle e il sole di Valtournenche (AO): ancora un successo per Denis Trento e Gloriana Pellissier

Di GIANCARLO COSTA ,

Il vincitore Denis Trento.jpg
Il vincitore Denis Trento.jpg

Il recupero della gara di scialpinismo rinviata il 6 gennaio è stato un successo di partecipanti, ben 140, e di condizioni ambientali, visto che una stellata limpida ha accompagnato gli scialpinisti nell’impegnativa notturna di Valtournenche, di 800 metri di dislivello positivo e circa 150 negativi. Ottima organizzazione di Alessandro Bich, Marcello Zorzini e del comune di Valtournenche con la regia di Roberto Dallera. Partenza ritardata di qualche minuto per l’intervento della troupe televisiva di RAI UNO Mattina, che speriamo serva per fare un po’ di promozione ad uno sport, lo scialpinismo, in forte crescita, ma pur sempre di nicchia per un pubblico non avezzo ad apprezzare chi è in grado di praticare il vero “sci”, quello con la sola energia delle proprie gambe senza l’ausilio degli impianti.

Ed energia ne aveva da vendere il vincitore di serata, Denis Trento del Centro Sportivo Esercito, per i primi 600 metri di dislivello appaiato all’ex compagno di squadra Dennis Brunod, staccato proprio negli ultimi dieci minuti di gara con un’accelerazione sui falso piani finali, prima del cambio pelli e della discesina finale. A proposito in questa zona al passaggio dei primi sono stati fuochi artificiali, quelli veri, non metaforici, che hanno reso ancor più suggestiva la serata che presentava una temperatura di -8°C all’arrivo, in prossimità della funivia Salette. Dunque 43’47” il crono finale di Denis Trento, con Dennis Brunod 2° in 44’24” e Matteo Stacchetti che chiude il podio 3° in 45’21”, precedendo in volata Filippo Righi 4° in 45’22”, Jean Pellissier 5° in 45’52”, Filippo Barazzuol 6° in 45’57”, Franco Collè 7° in 46’24”, Alberto Fazio 8° in 46’47”, Giovanni Zamboni 9° in 46’55” e Michel Cinesi 10° in 47’20”.

Per Gloriana Pellissier del Centro Sportivo Esercito l’ultimo test agonistico prima dell’esordio in Coppa del Mondo di Andorra, s’è risolto con una facile vittoria in 50’55”, su Tatiana Locatelli seconda in 54’57” e Marina Ferrandoz terza in 56’00”. Seconda donna ma prima Junior è in realta stata Alessandra Cazzanelli i n 54’49”.

Tra gli Junior maschili la vittoria è andata a Stefano Stradelli, seguito da Norman Gusmini ed Enrico Cognein.

A Giuseppe Ouvrier è andata la vittoria negli Over45, mentre Carlo Chabod s’è aggiudicato la categoria Over55.

In allegato alcune foto della serata, a breve la classifica completa.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti