Si è inaugurato Skipass a ModenaFiere

Di GIANCARLO COSTA ,

Roda consegna a Malago il distintivo d'oro (foto fisi)
Roda consegna a Malago il distintivo d'oro (foto fisi)

Si è aperto a ModenaFiere l'edizione numero 26 di Skipass, il salone del Turismo e degli Sport Invernali. Fra i numerosi appuntamenti della giornata inaugurale, si è tenuto l'incontro pubblico che ha visto protagonisti il presidente Flaivo Roda e il Presidente del CONI Giovanni Malagò, oggetto della chiacchierata soprattutto le Olimpiadi 2026 di Milano-Cortina. "La FISI racchiude 15 discipline per molti versi diversi uno dall'altro, faccio i complimenti al Presidente Roda e a tutti i ragazzi per l'impegno che mettono nel loro quotidiano impegno. L'Italia è il paese più bello del mondo, in questo meraviglioso contesto siamo stati capaci di fare squadra sia in occasione dei Mondiali di Cortina 2021 di sci alpino che in occasione della candidatura olimpica di Milano-Cortina 2026, e di conseguenza non abbiamo avuto problemi ad imporci. I lavori preparatori proseguono, il prossimo 5 novembre si terrà l'ultimo incontro per arrivare a nominare il prossimo CEO, inoltre la Provincia di Trento e Bolzano entrerà definitivamente come socio fondatore. Per avvicinare le nuove generazioni, sei anni e tre mesi alla fatidica data sono pochi in relazione a tutte le aspettative che stanno costantemente crescendo. L'83% degli impianti è già esistente, dobbiamo solamente migliorare alcuni particolari come la pista del ghiaccio di Cortina, osserveremo tutti i criteri di sostenibilità, basso impatto ambientale, senza sottovalutare le complessità che possono esistere. Ritengo che nel consiglio d'amministrazione del Comitato Organizzatore, daremo spazio ai Presidenti delle due Federazioni coinvolte, perchè non possiamo prescindere dal loro know-how in materia".

La parola è passata al Presidente Flavio Roda: "Negli anni scorsi siamo partiti con un progetto interessante come "La Neve fa Scuola" e siamo stati capaci di portare oltre 10000 ragazzini sulle piste. Purtroppo non siamo più riusciti ad avere un interlocutore istituzionale per organizzare nuove iniziative. Lo sport è agonismo ma anche promozione del territorio, nel nostro caso montano, non dobbiamo pensare solo alle stazioni più blasonate, ma anche a quelle meno conosciute che sono altrettanto belle. In Italia, FISI organizza 7500 gare, un indotto diretto che va a beneficio del territorio, occorre tenerlo presente per fare sistema e attirare i giovani verso la montagna". Nel corso dell'incontro, Roda ha assegnato a Malagò il Distintivo d'Oro FISI: "Un riconoscimento molto particolare che gli permetterà di diventare socio benemerito della FISI - ha spiegato Roda -, in questi ultimi mesi si è impegnato oltremodo per tenere insieme il mondo dello sport".

Distintivo d'oro FISI che è stato consegnato anche a Doriano De Minicis, Maurizio Dunnohfer, Marco Mosso e Pietro Blengini, per la loro attività di molti decenni nell'ambito della Federazione Italiana Sport Invernali. Il momento della celebrazione è arrivato durante la Consulta dei Comitati Regionali, il momento in cui il territorio partecipa attivamente dell'attività federale.
Il Presidente Roda ha consegnato la benemerenza al termine dei lavori, complimentandosi con il quattro premiati per la lunga e proficua attività svolta in ambito federale.

Nel frattempo lo stand FISI è stato preso d'assalto da appassionati e curiosi, che hanno avuto la possibilità di scattare selfie e farsi firmare autografi dai numerosi campioni della FISI. Da Dominik Paris a Sofia Goggia, passando per Michela Moioli, Federica Brignone, Luca De Aliprandini, Riccardo Tonetti, Robert Antonioli, Michele Boscacci e Peter Fill. Skipass entrerà nel vivo venerdì 1 novembre alle ore 16 con la consueta "Festa degli Azzurri", che decreterà il vincitore del premio "Atleta dell'Anno".

La FISI ha anche celebrato i primi 100 anni della sua lunga e prestigiosa storia: un traguardo ragguardevole per un movimento che oggi conta la bellezza di 15 discipline sportive, circa 400 atleti nelle Nazionali e 1200 Sci Club distribuiti su tutto il territorio nazionale.
Tutto nacque il 10 ottobre 1920 quando, dopo alcuni tentativi embrionali di inizio secolo, veniva fondata la Federazione Italiana dello Sci, prima denominazione di quella che, qualche anno dopo, diventerà la Federazione Italiana Sport Invernali. Il Presidente della vera e propria nascita della Federazione fu Alberto Bonacossa, che provvide subito a far riconoscere la FISI al Comitato Olimpico Nazionale Italiano, permettendo così all’intero mondo dello sport di prendere atto della nuova organizzazione legata agli sport invernali.

Il primo elemento che contraddistinguerà i festeggiamenti dei 100 anni di FISI è un logo speciale, da usare per tutte le celebrazioni. Per sceglierlo la Federazione ha indetto un concorso aperto a tutti gli sci club, che hanno partecipato in massa. Dei cinque loghi finalisti (Sci Club Caffé Aiello, Sci Club Ovindoli, Sci Club Val Vermenagna, Vialattea e Woder Ski) a trionfare è stato quello realizzato da Vialattea, come svelato in occasione della fiera Modena-Skipass.

Fonte Fisi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti