Scialpinismo - Record femminile sulla Chamonix-Alagna

Di GIANCARLO COSTA ,

[0]apertura.jpg
[0]apertura.jpg

Le ragazze dell'INTERNATIONAL DYNAFIT TEAM, percorrono l'Haute Route Plus, la via che va da Chamonix ad Alagna passando per Zermatt, in soli 3 giorni. Partite da Chamonix lo scorso 2 maggio, solo due componeneti della spedizione, Monique Merrill, 38 anni dagli Stati Uniti e Leonie Ferran, 18 anni dalla Francia, hanno raggiunto l´obiettivo, giungendo in Valsesia alle 15.30 di domenica pomeriggio e hanno festeggiato questo successo in chiave rosa con l'intero staff DYNAFIT di supporto e i partner locali.

In soli tre giorni hanno raggiunto l´obiettivo che si erano prefissate, lungo un tracciato per il quale la maggior parte degli atleti ben allenati impiegano una settimana: 140 chilometri in tre giorni con più di 10000 metri di dislivello, scalando non meno di nove vette. L'International Dynafit Women Team era composto da Léonie Ferran (Francia), Barbara Gruber (Germania), Monique Merrill (Stati Uniti) e Silvia Cuminetti (Italia). In una prima fase a condurre le quattro atlete da Chamonix ad Argentière la bicicletta, con zaino e sci in spalla. L´avventura prosegue lungo una salita con gli sci per 2500 metri di dislivello alla volta di Champex du Lac. Un altro tratto con la bici le ha portate successivamente a Bourg-St.-Pierre dove sono partite per la seconda ed ultima salita di questo primo tratto, per poi affrontare altri 2500 metri su per Cabane des Valsorey. Il primo giorno si è ormai concluso, sono stati percorsi 57 chilometri con un dislivello pari a 4925 metri. Una giornata lunga e difficile che ha messo a dura prova le nostre atlete tanto che Silvia Cuminetti, è stata costretta a rinunciare alla corsa per problemi di salute. La stessa francese Léonie Ferran ha avuto un crollo, ma ha deciso di provare ad andare avanti comunque, mentre la tedesca salutava le compagne al termine della seconda tappa. Il secondo giorno ha messo ancora una volta alla frusta le ragazze del Team Dynafit con un totale di 47 chilometri e 2.875 metri di dislivello guidandole su cinque vette, con un panorama mozzafiato che le ha condotte dopo 10 ore fino a Zermatt. La terza e ultima fase prevedeva il collegamento da Zermatt ad Alagna, passando per il Liskamm, un saliscendi con 2700 metri di dislivello e 36 chilometri. Ultimi chilometri che si sono rivelati realmente impegnativi e difficili, non solo perché le atlete avevano raggiunto il loro limite fisico, ma anche perché si sono trovate davanti a brutte condizioni della neve. Arrivando ad Alagna, in Italia Léonie Ferran e Monique Merrill, che ha guidato la spedizione pur avendo iniziato solo dieci anni fa a sciare, sono state accolte calorosamente e festeggiate per la loro incredibile performance.

(Fonte comunicato LDL COMunicazione)

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti