Lo scialpinismo agonistico debutta con la vittoria di Robert Antonioli al Trofeo Crazy. A Corinna Ghirardi la gara femminile

Di GIANCARLO COSTA ,

Il vincitore del Trofeo Crazy Robert Antonioli (foto Salini)
Il vincitore del Trofeo Crazy Robert Antonioli (foto Salini)

Robert Antonioli non è Paganini e al Passo del Tonale concede pure il tris. La stella del Cs Esercito di Courmayeur vince infatti per la terza volta consecutiva il Trofeo Crazy Idea, gara di apertura del secondo Crazy Skialp Tour. Una vittoria, quella del campione valtellinese, tutt’altra che scontata vista la presenza di avversari di livello assoluto. Nella gara in rosa, convincente avvio di stagione per la regina di Sellaronda Corinna Gherardi che, al termine di una prova tutta in rimonta si è presentata prima assoluta sotto lo striscione d’arrivo.

Nonostante il forte vento in quota e la poca neve che ha costretto ai lavori straordinari gli uomini dell’Adamello Ski Team, nella suggestiva cornice di Conca Presena è stata gara vera con circa 130 atleti ai nastri di partenza della prima scialpinistica della stagione.

Da affrontare 900 m di dislivello positivo con due salite intervallate da altrettante discese. Una gara a circuito, molto spettacolare su un anello già provato e rodato nelle edizioni precedenti. Pronti via e a dettare i ritmi ci ha pensato il francese del team Crazy Idea Mathéo Jacquemoud. Sulle sue code, Robert Antonioli, Valentin Favre e Filippo Barazzuol. Dietro tutti gli altri. La più pimpante nella gara in rosa la valtellinese della scuderia Crazy Laura Besseghini che ha cercato di scrollarsi subito di dosso le camune Corinna Ghirardi e Bianca Balzarini.

La prima discesa, la seconda salita con tratto a piedi da affrontare con sci nello zaino ha portato al comando l’alpino Robert Antonioli. Da quel momento la sua è stata una cavalcata trionfale sino al traguardo. Nelle posizioni che contano, Jacquemoud ha tenuto, mentre Favre ha messo la freccia su Barazzuol  guadagnato la terza piazza. Classifica alla mano Antonioli ha vinto su Jacquemoud, Favre e Barazzuol. Quinto si è piazzato l’altro azzurro William Boffelli.

Il secondo giro ha regalato una sorpresa nella gara in rosa con Besseghini che, penalizzata dalla tenuta delle pelli si è vista sorpassare prima da Ghirardi e poi pure da Balzarini. Classifica alla mano l’Adamello Ski Team ha potuto festeggiare il successo di Corinna Ghirardi e la seconda piazza della giovane Bianca Balzarini. Comunque positiva la performance di Besseghini terza assoluta.

ROBERT ANTONIOLI: «Sono davvero soddisfatto. Sono venuto qui con il preciso intento di testare gambe e condizione e i responsi sono positivi. Jacquemoud è partito fortissimo. In salita aveva un ritmo che mi ha fatto faticare. Fortunatamente le gare scialpinistiche sono fatte anche di cambi, tratti a piedi e discese. Lì mi sono avvantaggiato e ho costruito il mio successo. Bella gara il Trofeo Crazy idea. Bella sempre anche quest’anno con meteo non favorevole e poca neve».

CORINNA GHIRARDI: «Vista la penuria di neve di questo avvio di stagione ero demotivata e non volevo correre. Poi mi sono lasciata convincere anche perché il Circuito Crazy Skialp Tour rientra tra i miei obiettivi stagionali, lo scorso anno l’ho seguito e mi era piaciuto. Oggi sono partita con il mio ritmo, nel secondo giro Laura ha perso le pelli, sono riuscita a passarla e a portarmi al comando. La gara era bella, sempre ben organizzata».

Fonte Maurizio Torri-sportdimontagna

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti