Scialpinismo – campionato italiano squadre tecnica classica – trofeo Alta Val Tanaro – Garessio (CN) 24.3.2008

Di GIANCARLO COSTA ,

ANTOROTO1
ANTOROTO1

Il lunedì di Pasqua, tradizionalmente dedicato alle escursioni in montagna, ha messo in scena una spettacolare gara di scialpinismo. Spettacolare era lo scenario delle montagne innevate, come l’Antoroto, il Monte Grosso, il Mussiglione, con il mar ligure sullo sfondo e spettacolare è stato il duello per la conquista del titolo italiano maschile a squadre, tra i consueti duellanti, Dennis Brunod-Manfred Reichegger e Guido Giacomelli-Hansjoerg Lunger.

Sui 22 km e 1900 metri di dislivello di un percorso ideato e realizzato dalle guide alpine locali Matteo Canova e Silvano Odasso, lotta continua sulle corde fisse dei canali e nelle discese. Hanno vinto i rappresentanti del Centro Sportivo Esercito (Brunod-Reichegger) in 1:50’25”, per pochi secondi diventati poi 3’18” per una penalità di 3 minuti inflitta a Giacomelli, per le risalite sulle corde fisse effettuate senza assicurarsi con la longe.

Così al secondo posto si sono classificati Matteo Eydallin-Dennis Trento (1:53’39”), terzi Giacomelli-Lunger (1:53’43”), quarti Seletto-Holzkneck (1:54’31”), quinti Fulvio e Alberto Fazio, gli idoli di casa autori di una bella gara nell’elitè dello scialpinismo italiano, sesti Pedrini-Lanfranchi (1:57’50”), settimi Bulanti-Moriodo (2:05’10”), ottavi Herin-Mauro (2:12’06”), noni Gusmeroni-Calcinati (2:13’33”), decimi Canova-Cimenti (2:16’23”).

Netta affermazione nella gara femminile dell’inedita coppia Gloriana Pellissier-Francesca Martinelli in 2:25’14”, che arrivano anche 14e assolute. Seconde Nex-Locatelli (2:43’16”), terze Chanoine-Murachelli (2:55’47”).

La categoria Master (ovvero vecchie rocce) è stata vinta da Ouvrier-Cattaneo in 2:14’22”.

La gara giovani individuale, su percorso ridotto, è stata vinta da Michele Boscacci in 1:06’50”.

Oltre alla tecnica classica, si è corsa anche la gara a tecnica libera, su percorso più breve, 1200 metri di dislivello per 15 km, vinta da Alberto Colajanni e Giovanni Gerbotto in 1:37’39”, su Viale-Farina (1:43’15”) e Faggio-Barale (1:44’13”). Nella categoria femminile vittoria per Annamaria Garelli e Giorgia Ghigo in 2:21’41”.

In totale hanno corso una cinquantina di squadre.

In allegato le classifiche complete. 

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti