Sci di Fondo: Rossignol Race - Comelgo Loppet - Memorial Riccardo De Martin" a Padola (BL)

Di GIANCARLO COSTA ,

Antonella-Confortola-(foto-Newspower).jpg
Antonella-Confortola-(foto-Newspower).jpg

Bella e combattuta la 30 km in classico nel Comelico, con Antonella Confortola super. Nel finale Piller Cottrer e Kostner scappano via e lasciano Zorzi al terzo posto. Antonella Confortola rompe un bastoncino, recupera e supera le due sorelle Demartin Pinter. Un salomonico "ex aequo" ha messo tutti d´accordo alla seconda edizione della "Rossignol Race - Comelgo Loppet - Memorial Riccardo De Martin" a Padola (BL), una 30 km in tecnica classica. Dunque l´atteso Pietro Piller Cottrer , in cerca di sensazioni in vista del Campionato del Mondo del prossimo febbraio, ha condiviso la corona d´alloro con il vincitore dello scorso anno Florian Kostner. I due carabinieri nel finale hanno fatto forcing staccando Cristian Zorzi e Bruno Debertolis.

Tra le donne, dopo un piccolo "incidente" in partenza con la perdita di un bastoncino, Antonella Confortola ha recuperato il gap sulle sorelle De Martin Pinter andando a vincere con un significativo vantaggio sulle due atlete di casa.

Tanti gli appassionati al via, oltre 400 gli iscritti, in 390 però hanno calzato gli sci in una fredda giornata, col cielo sereno di ieri che ha lasciato spazio alle nubi, senza nascondere le splendide cime dolomitiche del Gruppo Pòpera con Cima11, Cima Bagni, Croda Rossa e Passo della Sentinella ad ammiccare al passaggio dei concorrenti.

Affascinante la partenza mass start, con i 400 in lotta dai primi metri per conquistarsi un posto in testa al gruppo, ma fin da subito finanzieri, carabinieri e alpini hanno messo in chiaro le proprie intenzioni.

È stato il giovane Matteo Ceol (GdF) ad accendere la miccia trascinandosi appresso Cristian Zorzi, Florian Kostner, Bruno Debertolis, Pietro Piller Cottrer e Simone Paredi.

Molto lungo il serpentone che si è incanalato nella Val Grande, un bel colpo d´occhio, mentre tra le donne era subito giallo. Un concorrente "pestava" un bastoncino ad Antonella Confortola e la forestale era costretta a fermarsi, ritornare sui suoi passi riprendendo in coda al gruppo. Così Veronica De Martin Pinter, la dominatrice del 2010, non si faceva certo pregare e balzava al comando tallonata dalla sorella Marlene, in gara anche per ricordare il fratello Riccardo, scomparso tragicamente lo scorso anno ed al quale è stata intitolata la manifestazione.

Il gruppo dei migliori ha monopolizzato la giornata, era soprattutto il sappadino Pietro Piller Cottrer a tenere alto il ritmo, tuttavia a metà del primo giro l´alpino Simone Paredi ha cercato di scombinare i piani dei due carabinieri, ma Piller Cottrer non si è fatto certo intimorire ed alla fine del primo giro, giusto 15 chilometri, era lui a menare le danze con Paredi, e con Kostner e Bruno Debertolis sulle code degli sci, mentre Zorzi temporeggiava un attimo. A metà del secondo giro Piller Cottrer e Florian Kostner davano uno scossone al gruppetto, allungavano ed era l´azione decisiva, perché dietro Zorzi e Bruno Debertolis non riuscivano a tenere la scia. Un´azione di forza e determinante per la storia della gara, anche perché Paredi perdeva il ... trenino, arrivando in netto ritardo dentro lo stadio di Padola.

Nel frattempo, già alla fine del primo giro Antonella Confortola arrivava alle spalle di Veronica De Martin Pinter e proprio al passaggio nello stadio si metteva davanti a dettare il ritmo, poi allungava e nel corso del secondo giro il suo passo era nettamente superiore.

Tanta l´attesa dentro lo stadio del fondo di Padola per gli arrivi. Piller Cottrer e Kostner con il loro ritmo indiavolato facevano il vuoto alle loro spalle e piombavano appaiati nei due binari ghiacciati.

"KillerPiller" cercava di scrollarsi di dosso il "commilitone", ma ogni tentativo era vano ed i due carabinieri tagliavano appaiati il traguardo, entrambi in spaccata. Gran lavoro dei giudici, ma anche il fotofinish dava il "salomonico" pareggio. Cristian Zorzi cercava a sua volta l´allungo su Debertolis e chiudeva dopo 48", poi il cronometro si fermava 4/10 più tardi col primierotto.

Per Paredi il quinto posto con un ritardo marcato, 2´19.9 e poi tutti gli altri, con Ivan Debertolis, Giacomelli, Kargruber, Ceol e Braus a contendersi i primi dieci posti.

Tra le donne Antonella Confortola aumentava il ritmo e si presentava sola soletta sul traguardo, con Veronica De Martin Pinter a 2´15, in ogni caso soddisfatta. E ancora più soddisfatta la giovanissima Marlene De Martin Pinter, abituata alle distanze più brevi, terza a 4´51. Intramontabile la russa Bitchougova, quarta davanti alla Pocchiesa.

Simpatico siparietto alla premiazione con la "Befana" che ha portato due regali speciali, per Piller Cottrer un invito a "ricomparire" sul podio di Holmenkollen (dopo la sua sensazionale vittoria del `97) in occasione dei prossimi Mondiali e per "Zorro" Zorzi un bel biglietto aereo pure per Oslo.

Il bilancio della "Rossignol Race - Comelgo Loppet - Memorial Riccardo De Martin" chiude con un netto segno positivo, segno che gli organizzatori della Comelico Nordic Ski di Padola sono sulla strada giusta.

Classifiche:

1) KOSTNER Florian (CS Carabinieri) 1.11.17; 1) PILLER COTTRER Pietro (CS Carabinieri) 1.11.17; 3) ZORZI Cristian (GS Fiamme Gialle) 1.12.05; 4) DEBERTOLIS Bruno (GS Fiamme Gialle) 1.12.06; 5) PAREDI Simone (CS Esercito) 1.13.37; 6) DEBERTOLIS Ivan (Hartmann) 1.13.50; 7) GIACOMELLI Moreno (Pol. Molina) 1.14.59; 8) KARGRUBER Reinhard (Hartmann) 1.15.01; 9) CEOL Matteo (GS Fiamme Gialle) 1.15.17; 10) BRAUS Giuliano (US Cornacci) 1.15.45

1) CONFORTOLA Antonella (CS Forestale) 1.23.46; 2) DE MARTIN PINTER Veronica (Hartmann) 1.26.01; 3) DE MARTIN PINTER Marlene (US Val Padola) 1.28.37; 4) BITCHUGOVA Eugenjia (Hartmann) 1.29.32; 5) POCCHIESA VECCHIUTO Yasmin (US Val Padola) 1.35.01; 6) BUZZETTO Tamara (US Val Padola) 1.35.07; 7) REJZKOVA Helena (Eintracht) 1.35.16; 8) TARTER Roberta (US Stella Alpina) 1.35.40; 9) BEE Gloria (Pol. Sovramonte) 1.36.24; 10) DRUIDI Viviano (GS Val Greris) 1.36.30

Fonte Ufficio Stampa Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti