Sci di Fondo Orienteering – Campionati Italiani a Gallio-Campomulo

Di GIANCARLO COSTA ,

podio staffetta
podio staffetta

Il centro fondo di Gallio-Campomulo, sull’altopiano di Asiago, ha ospitato il 22 e 23 gennaio l’edizione 2011 del campionato Italiano di sci orientamento per le discipline Long e Staffetta. La conca, da cui partono i 100 km di piste del comprensorio veneto, è stata teatro di due giornate di gare combattute, anche se poco partecipate, che han messo in risalto sia le doti orientistiche dei partecipanti, che quelle fisiche e sciistiche. I percorsi, ricavati sulle piste del centro fondo e su tracce di motoslitta, hanno portato i concorrenti a risalire più volte i dislivelli dell’altopiano, richiedendo peraltro, di non perdere la concentrazione sulla traiettoria ideale per collegare i vari punti di controllo.

Per il movimento orientistico piemontese solo 2 le presenze agonistiche, che però, grazie a delle prestazioni di valore, non si sono lasciate sfuggire un posto sul podio.

Nella categoria M16 ha esordito nello sci-o, con un ottimo risultato, Alessandro Roux dello Junior PiemonTeam, che è riuscito ad inserirsi al terzo posto in una delle categorie più partecipate. Ai primi due posti troviamo due atleti trentini, dalla già lunga esperienza orientistica, sia di corsa che con gli sci: Samuele Canella della Val di Sole e Matteo Debertolis di Primiero. Dietro di loro il portacolori piemontese, che ha fatto meglio di altri esponenti del nord-est con una notevole esperienza agonistica nell’orienteering. Alessandro, atleta di livello nazionale nella Mountain Bike, ha sfruttato le sue ottime qualità fisiche per sopperire all’inevitabile inesperienza con carta e bussola, conquistando una meritata medaglia di bronzo dopo oltre 40’ di gara.

Nella categoria M50 Leonardo Curzio (Orientamondo) ha confermato il suo valore nazionale in questa disciplina vincendo la medaglia d’argento, dopo 37’20” di gara, alle spalle di Giorgio Paoli, di Pergine, che ha chiuso con il tempo di 36’30”. Non sono stati errori tecnici a far la differenza, ma le capacità fisiche, a favore del trentino di qualche anno più giovane.

Nella prova a staffetta i due piemontesi hanno partecipato nella categoria Open, riservata a tutti coloro che non riescono a formare una squadra di società e di categoria, togliendosi la soddisfazione di vincere la prova (che non assegna un titolo italiano) davanti ad altre 8 formazioni e dimostrando la non casualità dei risultati individuali.

Nella gara individuale, a livello non agonistico, Alda Biava ha effettuato correttamente il percorso della categoria esordienti, facendo segnare il 5° tempo finale.

La stagione dello sci-o prosegue con appuntamento internazionali in scandinavia e riproporrà alcune gare nazionali a fine febbraio, quando inizia anche la stagione della corsa.

Gaia Sebastiani e Samuele Curzio (JPT) sono stati convocati per il raduno dei giovani di interesse nazionale, per il settore corsa orientamento, che si terrà dal 11 al 13 febbraio a Sesto Calende. (Leo Curzio)

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti