SCARPA a ISPO 2018 con il primo scarpone per lo scialpinismo dotato di sistema RECCO | Snow Passion

SCARPA a ISPO 2018 con il primo scarpone per lo scialpinismo dotato di sistema RECCO

Di GIANCARLO COSTA ,

Scarpa F1 con sistema RECCO
Scarpa F1 con sistema RECCO

SCARPA®, da ottant’anni leader nel settore delle calzature sportive per la montagna, e RECCO®, brand svedese che sviluppa e commercializza la tecnologia di salvataggio in grado di rendere rintracciabili le vittime di valanga, uniscono le forze in un’importante partnership e presentano a ISPO 2018 il nuovissimo SCARPA® F1, il primo scarpone per lo scialpinismo dotato del sistema RECCO®.

Disponibile dalla stagione Fall Winter 2018.19, il nuovo modello F1 di SCARPA rappresenta un’evoluzione in termini di tecnologia e performance, e testimonia l’importante lavoro di sinergia svolto dal team R&D dell’azienda di Asolo e quello di RECCO.

«La nuova versione dell’F1 sarà il primo scarpone per lo scialpinismo presente sul mercato ad avere il sistema di localizzazione Recco integrato» dichiara Marco Campagna, Marketing Manager SCARPA, e aggiunge «Siamo molto soddisfatti di aver iniziato finalmente questa collaborazione con la prestigiosa azienda svedese: per SCARPA la sicurezza è fondamentale, da questo momento possiamo fornire ai nostri appassionati una tecnologia che riduce al minimo i tempi di ricerca di persone disperse e vittime di valanghe».

F1 di SCARPA Powered by RECCO anticipa e interpreta con successo la richiesta di maggiore sicurezza per chi pratica scialpinismo: un passo avanti importante per SCARPA e, più in generale, per gli appassionati di questa disciplina, che avranno a disposizione un ulteriore supporto – in termini di sicurezza – per poter praticare lo sport.

Il nuovo scarpone integra un riflettore RECCO in grado di rendere rintracciabili le persone disperse. La tecnologia funziona attraverso un detector, utilizzato dalle forze di soccorso, e un riflettore, integrato nelle attrezzature sportive individuali: il primo viene utilizzato dai soccorritori professionisti per individuare il secondo, “indossato” dallo sciatore. Inserito direttamente nello scarpone, il riflettore RECCO® non richiede batteria, accensione o manutenzione, ed è sempre sensibile e reattivo al radar armonico del detector.

«Siamo fieri della partnership con un brand leader come SCARPA, con cui proporre il primo modello di scarpone da scialpinismo con riflettori Recco» commenta Johan Sauer, Vice Presidente di RECCO, che spiega: «Questa collaborazione sottolinea da un lato l’impegno di Scarpa per la sicurezza, dall’altro sostiene i nostri sforzi per ampliare sempre di più i campi di applicazione del sistema Recco. Il lavoro con Scarpa darà un impulso decisivo agli standard di sicurezza, agevolando il ritrovamento di sempre più persone dedite al fuoripista e allo scialpinismo».

Il team SCARPA presenterà il modello F1 a gennaio al pubblico di ISPO Munich 2018 insieme a RECCO, a disposizione per mostrare dal vivo il funzionamento e i vantaggi della tecnologia.
Non resta che scoprirlo dal 28 al 31 gennaio a ISPO Munich, padiglione A3 stand 214.

Articolo Publiredazionale

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti