Sara Pellegrini e Evgenj Dementiev vincono il Moonlight Classic dell’Alpe di Siusi

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza Moonlight Classic dell’Alpe di Siusi (foto newspower)
Partenza Moonlight Classic dell’Alpe di Siusi (foto newspower)

Tra le 1000 fiaccole ad illuminare il meraviglioso tracciato della Moonlight Classic di mercoledì sera a Compatsch, sull’Alpe di Siusi, il più brillante a sfrecciare sul manto innevato è stato il campione olimpico Evgenj Dementiev, capace, in meno di 1 ora e mezza, di regolare il norvegese Daniel Strand e il ceco Stanislav Rezac.

“Nuova esperienza per me – afferma Dementiev nel post-gara, - bell’itinerario ma bisogna conoscerlo bene per saperlo affrontare al meglio”. Quinto Manuel Amhof, primo degli italiani, settimo l’azzurro Mauro Brigadoi, fermato dalla rottura di un bastoncino proprio quando si trovava nelle prime posizioni: “Peccato perché me la stavo giocando con Rezac e avevo sci veramente buoni, le prime tre posizioni erano alla mia portata”. Poco male, domenica c’è la Marcialonga e il trentino avrà occasione di rifarsi.

Soddisfazione per la truppa tricolore grazie a Sara Pellegrini, giunta al traguardo una decina di minuti dopo il russo, davanti all’altra azzurra Virginia De Martin Topranin e alla svedese di Visma Ski Classics Lina Korsgren: “Incredibile gareggiare di notte, atmosfera unica”.

La prova principale si svolgeva lungo 30 km, ma poco prima sono arrivati gli atleti della 15 km, con il norvegese Ole Sollien Hulbak ad avere la meglio sul proprio connazionale Didrik Fjeld Elset. Terza posizione per il bellunese Leonardo De Biasi, sesto Riccardo Mich. Tra le donne del percorso breve c’è stata gloria per la ceca Tereza Hujerova, davanti alle italiane Judith Moroder e Verena Dejori. La temperatura assai rigida non ha fermato gli indomiti degli sci stretti, presentatisi in oltre 300 ai nastri di partenza, riscaldati da un’atmosfera alquanto suggestiva, con le fiaccole a rendere tutto più magico sull’Alpe di Siusi, zona già di per sé ricca di fascino. Sara Pellegrini ha percorso la prima parte in compagnia della svedese, facendo la differenza sulla salita grazie alla sciolina, e disimpegnandosi senza troppe difficoltà nella seconda, giungendo in solitaria sul traguardo. Virginia De Martin non era al massimo della condizione, avendo addirittura il dubbio se “svoltare” verso i 15 km

Ai nastri di partenza anche qualche personaggio, con il DT della nazionale italiana di sci di fondo Marco Selle nei panni inediti di atleta e testimonial della manifestazione: “Consiglierei la Moonlight Classic a chiunque, davvero una manifestazione bellissima. Ai Mondiali di Seefeld cercheremo di dare il massimo e spero ci sia tanto pubblico a sostenerci visto che non è molto lontano, per quanto mi riguarda magari la prossima volta qui sull’Alpe di Siusi potrei optare per i 30 km”.
Chiusa la parentesi invernale, l’APT Alpe di Siusi pensa già a programmare l’estate con la Mezza Maratona Alpe di Siusi del 7 luglio, completando così l’abbinata “Ski & Run”.
30 km maschile
1. Dementiev Eugeniy Team Futura 1:27.40,8; 2. Strand Daniel Tverrelvdalen Il. 1:28.05,1; 3. Rezac Stanislav Team Jablonec 1:28.10,3; 4. Skogsholm Vinjar Team Parkettpartner 1:28.10,8; 5. Amhof Manuel Team Futura 1:28.22,7; 6. Strübel Josua SC Seebach 1:29.20,6; 7. Brigadoi Mauro Team Robinson Trainer 1:29.40,2; 8. Cappello Florian Fiamme Oro 1:30.32,1; 9. Armellini Mattia Fiamme Oro 1:31.42,2; 10. Lövgren Johann Team Igne 1:31.51,2

30 km femminile
1. Pellegrini Sara Fiamme Oro 1:38.11,1; 2. De Martin Topranin Virginia C.S. Carabinieri 1:43.26,6; 3. Korsgren Lina 1:43.41,8; 4. Moravcova Klara Ski klub Jablonec 1:45.49,9; 5. Pollari Terhi Skimarathon Team Aus 1:50.02,6; 6. Rosa Deborah A.S.D. GS Asiago 1:59.26,2; 7. Forstner Renate SC AU 2:04.11,8; 8. Scheufele Lisa SC Traunstein 2:05.07,2; 9. Gentile Marta ASD CUS Trento 2:24.31,5; 10. Perenzoni Elisa Team Sottozero 2:34.27,0
15 km maschile
1. Sollien Hulbak Ole NTNUI Sweco 40.08,0; 2. Fjeld Elset Didrik NTNUI Sweco 40.22,8; 3. De Biasi Leonardo Fiamme Oro 41.13,7; 4. Vestol Olav NOS 41.22,9; 5. Herzog Daniel SpVgg Oberkreuzberg 42.14,3; 6. Mich Riccardo Team Futura 42.52,9; 7. Nydal Erlend NTNUI Sweco 43.39,9; 8. Klettenhammer Patrick Team Futura 43.43,3; 9. Meloy Jakob NTNUI Sweco 43.44,1; 10. Barannikov Alexey Pro Trener 43.44,3
15 km femminile
1. Hujerova Tereza Ski klub Jablonec 50.49,3; 2. Moroder Judith Skiclub Gröden Raiff. 52.21,7; 3. Dejori Verena Skiclub Gröden Raiff. 55.28,1; 4. Leonardelli Erica Made 2 Win Trenteam . 58.02,2; 5. Wolf Eva Team SV Agenbach 59.02,7; 6. Schroffenegger Julia Lebenshilfe Südtirol 1:01.51,9; 7. Griesser Veronika Hotel Panorama 1:06.03,0; 8. Leonardelli Elena Made 2 Win Trenteam 1:07.02,0; 9. Tasin Anna Made to win Trenteam 1:07.02,1; 10. Leonardi Paola APD Lizzanella 1:08.42,1

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti