Russi padroni al Tour de Ski con Bolshunov e Stupak, De Fabiani 16mo e Comarella 17ma

Di GIANCARLO COSTA ,

Stupak e Diggins Sprint arrivo Tour de Ski (foto Newspower)
Stupak e Diggins Sprint arrivo Tour de Ski (foto Newspower)

Alexander Bolshunov non ha nessuna intenzione di lasciare ad altri l'edizione 2021 del Tour de Ski e anche nella 15 km classica di Dobbiaco impone la sua classe e il suo magnifico stato di forma, vincendo per distacco la gara e allungando anche nella generale.
Il russo è partito a tutta sin dal primo passo, ed ha continuato a conquistare terreno fino al traguardo, chiudendo con il tempo di 34'32", davanti ai compagni di squadra Ivan Yakimushkin, staccato di 55", e Evgeniy Belov, a 55". Quindi ancora tanta Russia, con il primo del resto del mondo al sesto posto, il francese Maurice Manificat.
Bello lo spunto conclusivo di Francesco De Fabiani, rimasto nel terzo gruppo per quasi tutto il percorso, ma uscito alla distanza fino a risalire al 16° posto a 2'14", così come Federico Pellegrino, che riesce a vincere anche lo sprint finale sullo svedese Svensson, piazzandosi al 19° posto a 2'36" dal leader. Pellegrino perde una sola posizione nella generale del Tour de Ski, occupando l'11° posto a 4'45" da Bolshunov. De Fabiani invece è 14° con 5'09" di svantaggio prima delle gare della Val di Fiemme.
Giandomenico Salvadori chiude la gara al 24° posto con 3'05" di ritardo, ma solido nella zona punti. 34° è Paolo Ventura, 48° Mirco Bertolina, 53° Davide Graz.
Giovedì 7 gennaio il tour osserva il secondo e ultimo giorno di riposo, in attesa del gran finale in Val di Fiemme, con una 10 km a tecnica classica con partenza in linea venerdì 8 gennaio, una sprint in tecnica classica sabato 9 gennaio e la scalata del Cermis domenica 10 gennaio in pattinato.

Gara femminile

Successo russo nella 10 km a tecnica classica con partenza ad inseguimento nella quinta tappa del Tour de Ski femminile andata in scena sulla pista di Dobbiaco, in Alta Val Pusteria. Yulia Stupak ha preceduto sul traguardo di un nulla la svedese Ebba Andersson e la leader della classifica generale, la statunitense Jessie Diggins, con l'altra americana Rosie Brennan quarta e la finlandese Krista Parmakovski quinta. Buono il comportamento fra le azzurre sia di Anna Comarella che di Lucia Scardoni. La cortinese si è piazzata diciassettesima a 2'00", la veronese ventunesima a 2'06", ed ora occupano rispettivamente la ventunesima e ventiquattresima posizione nella generale. Fuori dalle trenta Francesca Franchi, Martina Di Centa e Ilaria Debertolis, non è partita Elisa Brocard.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti