Roland Fischnaller highlander: vince il PGS di Coppa del mondo in Russia su Felicetti

Di GIANCARLO COSTA ,

Fischnaller vince il PGS di Bannoye (foto fisi)
Fischnaller vince il PGS di Bannoye (foto fisi)

L'Italia ha vinto dominando il PGS gigante parallelo maschile disputato a Bannoye in Russia, prima tappa della Cdm di snowboard. L'immortale Roland Fischnaller, che quasi dieci anni fa vinceva la sua prima gara sul circuito, ha battuto l'arrembante Mirko Felicetti in una Big Final tutta italiana, a testimonianza della grande forza degli Azzurri in questa disciplina, aumentata da una pista che ha ulteriormente evidenziato le loro capacità. Dopo la vittoria sfumata per soli tre centesimi nello slalom parallelo di sabato con Aaron March, è arriva una splendida doppietta con il 39enne dell'Esercito che ha messo a registro la 16esima vittoria in Coppa del mondo, la sesta nella specialità. Può sorridere anche Felicetti: per il 27enne di Moena si tratta del sesto podio in Cdm, l'ultimo avvenuto quasi tre anni fa sulla pista di Bad Gastein.

È la vittoria di un gruppo sapientemente guidato dal direttore sportivo Cesare Pisoni, capace di portare ben cinque atleti agli ottavi di finale, con l'unica eccezione di Maurizio Bormolini, costretto a fermarsi nelle qualificazioni dopo lo splendido terzo posto nella prova del sabato. Oltre agli ottimi Fischnaller e Felicetti, nella top 10 troviamo anche Edwin Coratti ed Aaron March, rispettivamente in sesta e settima posizione per l'eliminazione avvenuta nei quarti di finale, poco più indietro c'è Daniele Bagozza, 14esimo.

Buone risposte arrivano anche dalle donne con Nadya Ochner protagonista: la 26enne delle Fiamme Oro Moena è stata brava nel superare le qualificazioni e a piazzarsi al decimo posto nella gara vinta dalla tedesca Theresa Ramona Hofmeister, seguita dalla svizzera Ladina Jenny e dall'austriaca Claudia Riegler, che nella finalina di consolazione ha sopravanzato la russa Natalia Soboleva. Il prossimo appuntamento con il parallelo è fissato a Carezza, giovedì 19 dicembre, con un PGS.

Dichiarazioni dopo gara

Il podio numero 37 in Coppa del mondo di una carriera inimitabile (condita da 16 successi), ottenuto a ben 18 anni di distanza dal terzo posto nello slalom parallelo di Berchtesgaden del 9 febbraio 2001, danno l'esatta considerazione della grandezza di Roland Fischnaller, il quale è forse il meno sorpreso della sua ennesima impresa. "Sono andato forte per tutto l'autunno - racconta il 39enne alpino -, ho cambiato qualcosa nei materiali e questo mi ha aiutato abbastanza. Atleticamente sto bene, la schiena regge, alla mia età mi devo solo allenare fino a quando sento che il fisico lo consente, mi conosco perfettamente e so di essere veloce. Il mio primo podio arrivò nel 2001, quando un avversario come Loginov (il russo che nella passata stagione ha vinto due ori iridati) aveva appena 1 anno, queste cose mi fanno pensare. Però allo stesso tempo sono le sfide che mi danno l'adrenalina per continuare e fino a quando otterrò questi risultati, continuerò a gareggiare".

Felice anche Mirko Felicetti: "Ho sciato bene per tutte le run, in finale contro Roland ci siamo detti che si trattava della rivincita degli scorsi Campionati Italiani (vinti da Felicetti) e se l'è presa. Arrivavo da qualche problema nelle scorse stagioni ma è stato risolto. In autunno sono stato fermo due mesi per un problema allo stomaco e per una piccola lussazione alla spalla, in questi giorni sono tornato a surfare meglio, recuperato competitività. Il clima in squadra è sereno, uno tira l'altro. Dedico il secondo posto a tutta la squadra ma anche al Circolo Canottieri Aniene che ha creduto in me e mi ha dato fiducia".

Il nuovo allenatore responsabile Rudy Galli traccia il bilancio di una due giorni da ricordare, con quattro podi complessivi: "Abbiamo cercato di lavorare sul gruppo - racconta -, non riuscivamo a trovare il giusto equilibrio e forse ci stiamo riuscendo, per adesso tutti hanno voglia di seguire i dettami dello staff tecnico, adesso dobbiamo continuare. Sono cambiati leggermente i metodi di allenamento, con un occhio più mirato sulla quantità. In questo il lavoro estivo al Passo dello Stelvio è servito, il confronto è fondamentale. Le prossime tappe saranno in Italia a Carezza e Cortina, il morale è alto, speriamo di ripeterci".

Ordine d'arrivo PGS maschile Bannoye (Rus):
1. Fischnaller Roland ITA 1000.00
2. Felicetti Mirko ITA 800.00
3. Karl Benjamin AUT 600.00
4. Yankov Radoslav BUL 500.00
5. Baumeister Stefan GER 450.00
6. Coratti Edwin ITA 400.00
7. March Aaron ITA 360.00
8. Payer Alexander AUT 320.00
9. Lee Sangho KOR 290.00
10. Loginov Dmitry RUS 260.00

14. Bagozza Daniele ITA 180.00
23. Bormolini Maurizio ITA 80.00

Ordine d'arrivo PGS femminile Bannoye (Rus):
1. Hofmeister Ramona Theresia GER 1000.00
2. Jenny Ladina SUI 800.00
3. Riegler Claudia AUT 600.00
4. Soboleva Natalia RUS 500.00
5. Joerg Selina GER 450.00
6. Bykova Milena RUS 400.00
7. Zogg Julie SUI 360.00
8. Kummer Patrizia SUI 320.00
9. Dekker Michelle NED 290.00
10. Ochner Nadya ITA 260.00

Fonte fisi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti