Roland Fischnaller ha vinto la Coppa del mondo di Parallelo nel PGS di Blue Mountain, terzo Edwin Coratti

Di GIANCARLO COSTA ,

Roland Fischnaller festeggia la Coppa del mondo di Parallelo con il DS Cesare Pisoni (foto Pisoni)
Roland Fischnaller festeggia la Coppa del mondo di Parallelo con il DS Cesare Pisoni (foto Pisoni)

Roland Fischnaller riscrive la storia dello snowboard vincendo, nel secondo PSG di Blue Mountain in Canada, la Coppa del mondo di Parallelo, quella riservata alle specialità alpine dello snowboard. “Capitan Fisch” aveva bisogno di una decina di punti per essere aritmeticamente certo di avere conquistato per la prima volta in carriera la graduatoria che somma i punti del gigante a quelli dello slalom, e il piazzamento è puntualmente arrivato nelle qualificazioni del secondo PGS di Blue Mountain, dove ha realizzato il terzo tempo. A tre gare dalla conclusione, il suo vantaggio sulla concorrenza è diventato incolmabile e si aggiunge al trionfo già arrivato nella singola specialità del gigante. L'alpino del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur è stato successivamente eliminato negli ottavi di finale classificandosi 11°, in una gara che ha visto Edwin Coratti salire sul podio (il numero 26 stagionale per l'Italia dello snowboard) con il terzo posto dietro al russo Dmitry Loginov e al tedesco Stefan Baumeister. Mentre si classificano 14° Mirko Felicetti, 20° Maurizio Bormolini e 27° Daniele Bagozza. Al femminile vittoria della tedesca Ramona Hofmeister sulla russa Sofia Nadyrshina, terza Selina Joerg, mentre finisce 21ma Nadya Ochner.

"A centrare l'obiettivo mancava poco, ma realizzarlo è sempre difficile - ha detto Roland Fischnaller -. Però sono sicuro dei miei mezzi, sono certamente molto contento perchè si tratta del risultato più grande della mia carriera, ho ottenuto un risultato al quale ogni atleta di questa disciplina aspira, perchè bisogna essere sempre sul pezzo e io ci sono riuscito. Questa coppa per me vale tanto perchè esattamente l'1 marzo di 23 anni fa esordii in Coppa del mondo e oggi mio figlio Florian di 3 anni ha partecipato alla sua prima gara. Mi inorgoglisce il fatto di avere raggiunto un risultato uguale a quello di un idolo come Gustav Thoeni. Ma adesso non mi fermo, guardo avanti verso la prossima sfida che sarà contro Prommegger in slalom. Attualmente sono secondo e l'austriaco è particolarmente in forma, ma a Livigno giocheremo in casa. Il prossimo sogno? Le Olimpiadi sono certamente importanti ma la medaglia è frutto della gara di un giorno, la coppa invece richiede un cammino costante".

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti