Robert Antonioli e Giulia Compagnoni vincono l’ EPIC Ski Tour Trofeo Fiou in Valle d’Aosta

Di GIANCARLO COSTA ,

Robert Antonioli vincitore Epic Ski Tour Trofeo Fiou (foto Newspower)
Robert Antonioli vincitore Epic Ski Tour Trofeo Fiou (foto Newspower)

Robert Antonioli e Giulia Compagnoni protagonisti assoluti della seconda tappa di EPIC Ski Tour, andata in scena questa mattina sulle nevi di Flassin in Valle d'Aosta e intitolata ‘Trofeo Fiou’ in memoria degli indimenticati fratelli Fiou. I due portacolori del Centro Sportivo Esercito, infatti, hanno conquistato l'ennesima vittoria di un'esaltante stagione, arrivando in solitaria sul traguardo di Saint-Oyen al termine di una gara condotta in testa fin dai primi chilometri, continuando così ad iscrivere campioni del mondo nell'albo d'oro della manifestazione dopo Boscacci e Lenzi negli anni passati. Il tracciato, reso perfetto dalla nevicata dei giorni scorsi e da condizioni atmosferiche ideali per gli atleti con temperature miti e nessun problema di vento in quota, si è sviluppato lungo 16,4 km con un dislivello complessivo di 1650 metri, raggiungendo la quota massima di altitudine di 2.772 del Mont-Flassin, includendo tre salite impegnative da affrontare prima di una lunghissima discesa veloce fino al traguardo.

Lo start alle 9.30, sotto gli occhi di un numeroso pubblico che ha salutato e incitato gli atleti. Nella prima parte di gara a livello maschile si è subito formato un quartetto con Philip Götsch a tirare il gruppo e alle sue spalle Antonioli, Maguet e il francese Equy. La testa della corsa rimaneva invariata in queste posizioni anche sulla seconda salita di giornata, il Citrin Superiore, dove il ritmo iniziava a salire ancora maggiormente. La gara si decideva all'inizio del Mont-Flassin quando Antonioli faceva valere il proprio grande stato di forma e, con un forcing micidiale, riusciva a distanziare tutti i suoi avversari, con il solo Equy che riusciva a restare in scia. Il campione del mondo scollinava in solitaria e con una discesa perfetta arrivava al traguardo del Foyer de Fond con 1’29 di vantaggio sul transalpino e con 3’29 su di un ottimo Nadir Maguet.

Gara a due, invece, per la categoria femminile dove Giulia Compagnoni e Katia Tomatis hanno fatto il vuoto sin dai primi chilometri, lasciando a distanza di sicurezza il duo francese Mollard-Bonnel. Le tre salite sono state condotte sempre a gran ritmo dalle due italiane, e solo la maggior velocità nei cambi materiali ha permesso all'atleta della Valfurva di scavare il solco decisivo per conquistare anche la seconda tappa di EPIC Ski Tour, con un vantaggio di 1’29 sulla neo mamma Tomatis e rispettivamente 5’56 e 10’07 sulle francesi Sophie Mollard e Léna Bonnel.

“Sono contentissimo della vittoria di oggi – spiega sorridente al traguardo Robert Antonioli – visto che era la mia prima partecipazione a questo circuito. Il percorso era eccellente grazie anche alla nevicata dei giorni scorsi, e soprattutto con delle belle discese lunghe e da fare dritte proprio come piace a me. Adesso mi concentrerò sui Campionati Italiani e sulla Grande Course sperando di mantenere questo stato di forma”.
Grande soddisfazione anche per Samuel Equy che ha raccolto un prezioso secondo posto, stretto tra i due portacolori del Centro Sportivo Esercito. “É stata una gara stupenda, bellissimo correre tra queste montagne, ma battere Robert oggi era davvero impossibile”. Ottima gara anche per Nadir Maguet che, piano piano, sta trovando la condizione giusta per restare ai vertici della specialità. “Oggi ho avuto delle sensazioni abbastanza buone, arrivo dalla Coppa del Mondo dove mi sentivo meglio, però siamo sul pezzo. Adesso lavorerò duro per essere al top per le grandi classiche che arriveranno nel prossimo periodo”.

Stanca, ma felice per la seconda vittoria di fila nel circuito Giulia Compagnoni:
“Oggi, anche se ho vinto, è stata una gara molto dura e impegnativa fino alla fine. Il percorso era stupendo e Katia mi ha dato battaglia fino all’ultimo. Fortunatamente sono riuscita a guadagnare qualcosa nei cambi, vantaggio che mi ha permesso di arrivare per prima al traguardo”. Un grande sorriso per Katia Tomatis a fine gara, dopo una prova superba: “Sono davvero felice per la mia prestazione di oggi. Dopo un anno di maternità non è facile rientrare subito ad alti livelli, ma sto lavorando duro per riuscirci. In base ai miei impegni di mamma programmerò le prossime competizioni a cui parteciperò nei prossimi mesi”. Un terzo posto positivo in vista della prossima Pierra Menta per la francese Mollard: “Posso dire che oggi ho fatto un ottimo allenamento in vista dell'impegno principale della mia stagione, la Pierra Menta. C'è stato un ritmo molto alto che alla fine non sono riuscita a tenere, le italiane oggi erano imbattibili.”

Conclusasi la parentesi valdostana, EPIC Ski Tour avrà la sua conclusione dal 6 all'8 marzo prossimi sulle nevi trentine del Monte Bondone, dove si scopriranno i vincitori assoluti di questo circuito che sta raccogliendo ampi consensi sia tra gli appassionati, il pubblico e gli addetti ai lavori.

Classifica maschile
1 Antonioli Robert C.S. Esercito ITA 01:29:15; 2 Equy Samuel Samuel Equy FRA 01:31:04; 3 Maguet Nadir C.S. Esercito ITA 01:32:44; 4 Götsch Philip Team Crazy/ Bogn Da Nia ITA 01:33:41; 5 Barazzuol Filippo Sc Prali ITA 01:34:35; 6 Aymonod Henri Sci Club Corrado Gex ITA 01:35:24; 7 Stradelli Stefano Movement ITA 01:40:42; 8 Drion Maximilien Mountain Performance BEL 01:41:19; 9 Cazzanelli François Corrado Gex ITA 01:42:54; 10 Minoggio Cristian ITA 01:45:31

Classifica femminile
1 Compagnoni Giulia C.S. Esercito ITA 01:52:57; 2 Tomatis Katia Katia Tomatis ITA 01:54:26; 3 Mollard Sophie Cmsab FRA 01:58:52; 4 Bonnel Léna Dynafit FRA 02:03:04; 5 Zucco Francesca ITA 02:20:36; 6 Bieler Katrin Ski Team Valsesia ITA 02:24:42; 7 Musso Chiara Sci Club Tre Rifugi ITA 02:25:10; 8 Titolo Claudia Sciclub Valdigne Mont Blanc ITA 02:29:10; 9 Tempesta Raffaella Gran Sasso Piana Di Navelli ITA 02:33:18; 10 Marconato Giuseppina ITA 02:42:41

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti