Rampa con i Campioni in Val di Fiemme: i più veloci sono stati Il norvegese Morten Saetha e Antonella Confortola

Di GIANCARLO COSTA ,

Antonella Confortola vincitrice Rampa con i Campioni al Cermis (foto Newspower)
Antonella Confortola vincitrice Rampa con i Campioni al Cermis (foto Newspower)

Cermis per tutti. Prima del gran finale del Tour de Ski in Val di Fiemme (TN), si è disputata la “Rampa con i Campioni”. L’evento promozionale fa da preludio all’ultima frazione del Tour de Ski e attira sulla salita dell’Alpe Cermis amatori e grandi nomi del passato. Nella starting list 196 fra fondisti e fondiste con ben 14 nazioni rappresentate: Italia e Norvegia a fare la parte del leone, ma sulle “terribili” rampe del Cermis si sono misurati anche fondisti finlandesi, austriaci, tedeschi, statunitensi, polacchi e spagnoli fra gli altri. Uno dei fondatori del Tour de Ski, Juerg Capol, indossava il pettorale numero 2, ma fra i partenti c’erano anche campioni del passato come Gabriella Paruzzi, Sabina Valbusa, Tobias Angerer, Katerina Neumannova, la norvegese Anette Boe e la fiemmese Antonella Confortola.

Nella gara maschile il più veloce è stato il norvegese Morten Saetha che, dopo aver preso in mano le operazioni fin dalla partenza, nel finale è riuscito a resistere alla rimonta di quel Tobias Angerer che proprio sul Cermis vinse la 1.a edizione del Tour de Ski e ha voluto divertirsi assieme agli appassionati. Podio completato dal finlandese Veli Mati Niskanen, skimen della nazionale scandinava che ha voluto “testare” neve e salita prima di lavorare per i propri atleti. Primo degli italiani il giovane bergamasco Pietro Mosconi, 4°, mentre 7° è giunto il fiemmese Alessandro Calliari, miglior trentino. Fra le donne, invece, Antonella Confortola è una abituata alle salite, visto che ora si dedica alla corsa in montagna, e sulle rampe della Final Climb non ha avuto rivali, giungendo anche al 9° posto assoluto davanti a tanti uomini. Alle sue spalle, distanziata di minuti, la ceca Katerina Neumannova, vincitrice della scorsa edizione della Rampa, seguita dalla russa Liudmila Uzick, che anche lo scorso anno arrivò terza. Sul traguardo del Doss dei Laresi poi si sono susseguiti gli arrivi di tutti gli atleti che, oltre alla soddisfazione di aver completato una prova così impegnativa,  hanno ricevuto la medaglia di finisher dalle miss e gli applausi del pubblico.

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti