Punta Giasset, Champorcher - Itinerario sci e snowboard alpinismo

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura Itinerario Punta Giasset Champorcher
Apertura Itinerario Punta Giasset Champorcher

INIZIO ESCURSIONE: Champorcher, loc. Petit Mont Blanc (Quota 1700m)
ACCESSO: Per arrivare a Champorcher, uscire a Pont Saint Martin sull’autostrada A6 Torino-Aosta, quindi risalire la statale fino a Hone, dopo il forte di Bard, e prendere la strada che risale la valle di Champorcher fino al capoluogo, quindi continuare prendere la strada in salita sulla destra direzione Dondena, arrivare allo spiazzo Petit Mont Blanc, dove la strada innevata viene chiusa al passaggio delle auto ed iniziare l’escursione.
DISLIVELLO: 1090 metri circa (partenza 1700m arrivo 2790m)
DIFFICOLTA’: Medio Sciatore o Snowboarder Alpinista
PERIODO CONSIGLIATO: da Novembre a Febbraio
ATTREZZATURA: da scialpinismo o snowboard-alpinismo
CARTOGRAFIA: L’Escursionista Editore n.11 Valle di Champorcher, Parco Monte Avic
INDIRIZZI UTILI: web www.valledichamporcher.it
Pro Loco Champorcher tel 012537134
Comune di Champorcher tel 012537106
Comunità Montana Monte Rosa tel 0125807873
Soccorso 118

DESCRIZIONE ITINERARIO

Conosciuta come Punta Giasset essendo alla testata del Vallone di Giasset, anche nominata “Bocon Damon”, la punta è quotata ma non nominata. Da Champorcher proseguire per Dondena e Petit Mont Blanc fino al parcheggio a quota 1700 metri, dove la strada viene chiusa nel periodo invernale al passaggio delle auto. Da qui iniziare la salita, percorrendo la strada per Dondena. Se la strada non è innevata prepararsi a un po’ di “portage”. Dopo un paio di chilometri sulla destra si trova una stradina in salita con le indicazioni per il lago Raty. Arrivati ad un pianoro, seguire la traccia del sentiero estivo per salire al pendio superiore, attraversare un torrente e di qui si apre il vallone e si intravede la Punta Giasset. Puntare in direzione di 2 evidenti baite, superarle per accedere al pianoro del lago Raty. Superare in diagonale il pendio che si fa più ripido e si arriva nei pressi del pendio finale per la Punta Giasset, che diventa più ripido nel finale. Arrivati in cima, occhio alla cornice e da qui si ha uno splendido panorama sulle vette della Valle d’Aosta com il Cervino e il Monte Rosa, e su quelle della valle di Champorcher, come il Mont Glacier e il Mont Dela.

In discesa seguire l’itinerario di salita al contrario.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti