Il programma del Tour de Ski di Coppa del Mondo Sci di Fondo: si parte da Oberhof (GER) e si chiude come tradizione in Val di Fiemme, il 4 e 5 gennaio

Di GIANCARLO COSTA ,

Alexander Legkov al Final Climb (foto Newspower)
Alexander Legkov al Final Climb (foto Newspower)

Quello del Tour de Ski di Coppa del Mondo, oltre che sul fronte agonistico, si conferma un podio ambito anche per il ricco jackpot che anno dopo anno viene messo in palio. Anche per la prossima edizione ci saranno oltre 70.000 euro ad attendere i due vincitori finali del circuito, mentre quasi 5.000 euro spetteranno ai primi della classifica sprint. La stessa cifra sarà distribuita ai primi tre di ciascuna gara in programma (circa 800 euro per i terzi classificati, 1.600 ai secondi e 2.400 ai primi). Nella scorsa stagione a portarsi a casa il premio più consistente erano stati il russo Alexander Legkov e la polacca Justyna Kowalczyk. Quest’ultima si è poi aggiudicata anche la vittoria della classifica sprint, al maschile invece il vincitore è stato il norvegese Petter Northug.

Alla resa dei conti il montepremi complessivo avrà un valore di oltre 450.000 euro, un “bottino” da far girare la testa, lo stesso della passata stagione, nonostante la spending review ovunque diffusa. Assieme ai trofei che verranno alzati al cielo in Val di Fiemme, location conclusiva anche del prossimo Tour de Ski il 4 e 5 gennaio, saranno quindi staccati degli assegni piuttosto corposi che qualcuno potrebbe iniziare ad utilizzare approfittando delle ultime battute delle festività natalizie. Le porte della valle trentina rimarranno aperte e di certo sapranno accontentare ogni gusto.

Dal punto di vista sportivo è partito il countdown che la prossima settimana, il 29 novembre, porterà allo start della Coppa del Mondo da Kuusamo in Finlandia. Per accendere i riflettori sul Tour de Ski, invece, bisognerà attendere fino al 28 dicembre, quando il circuito scatterà sulle nevi tedesche di Oberhof. I diversi team nazionali stanno completando le fasi di preparazione per la Coppa del Mondo e lo scorso fine settimana, nella finlandese Muonio, si sono disputate delle prove FIS che hanno messo in risalto la forma di alcuni atleti e dato importanti indicazioni anche per il Tour de Ski.

Justyna Kowalczyk ha vinto due gare su tre in terra finlandese e, andando indietro di qualche mese solamente, lo scorso gennaio in Val di Fiemme si regalò una doppietta memorabile, vincendo la prova in classico a Lago di Tesero e arrivando prima in cima alla Final Climb del Cermis. Polacca donna da battere anche nel Tour 2014, quindi, visti gli spumeggianti esiti scandinavi dei giorni scorsi, i prossimi 4 e 5 gennaio in Fiemme saranno tutte “a caccia” di Justyna.

Alexey Poltoranin è una velocista nato, e a Muonio ha messo in fila tutti nella Sprint. Non solo, il kazaco ha piazzato la zampata anche nella 10 km in tecnica classica, gara gemella a quella che si disputerà nella prima giornata di Tour de Ski in Fiemme sabato 4 gennaio. Poltoranin non sarà forse uomo da podio finale in cima al Cermis, tuttavia il vento dell’Est si prepara a soffiare forte anche ai piedi delle Dolomiti, questo è certo. E poi ci sono i russi, non si hanno ancora certezze sulle presenze al Tour 2014, Aleksandr Legkov dovrebbe comunque tornare in Trentino a difendere il titolo 2013 e con lui ci potrebbe essere anche un protagonista di Muonio, il giovane Petr Sedov, su cui il team Russia punta parecchio anche in vista di Sochi.

Il programma di Tour de Ski 2014 propone, come detto, le gare conclusive in Val di Fiemme, con la tecnica classica in cattedra sabato 4 gennaio a Lago di Tesero (5 km femminile e 10 km maschile) e la Final Climb lungo la salita del Cermis domenica 5 gennaio. Nella mattinata della domenica spazio anche alla gara promozionale “Rampa con i Campioni”. Durante i due giorni ci saranno tante attività ed eventi di contorno, oltre a manifestazioni turistiche da non perdere nel week-end dell’Epifania.

www.fiemmeworldcup.com

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti