Presentato il Tour du Grand Paradis, il 29 aprile in Valsavarenche si concluderà la lunga stagione dello scialpinismo

Di GIANCARLO COSTA ,

Conferenza stampa Tour du Grand Paradis
Conferenza stampa Tour du Grand Paradis

Presentato mercoledì 11 aprile ad Aosta, nella sala congressi della Banca di Credito Cooperativo Valdostano, il Tour du Grand Paradis, gara di scialpinismo internazionale a squadre che il prossimo 29 aprile disputerà l’ottava edizione.

Presentata dalla “voce dello scialpinismo” Silvano Gadin, la conferenza stampa ha avuto graditi ospiti il Sindaco di Valsavarenche Giuseppe Dupont, l’Assessore regionale Turismo Sport Commercio e Trasporti Aurelio Marguerettaz, il Consigliere Fisi-Asiva Dante Berthod, il Presidente Parco Nazionale Gran Paradiso Italo Cerise, il Responsabile del percorso Guida Alpina Ilvo Martin.

“Crediamo fortemente nella valorizzazione del nostro territorio attraverso lo sport. – queste le parole del Sindaco di Valsavarenche Giuseppe Dupont - Investiamo di conseguenza risorse economiche e umane affinché ogni due anni, dal 2004, vada in scena questo spettacolo sportivo che è il Tour du Grand Paradis, un fiore all’occhiello per tutta la nostra vallata.”

“Una gara come il Tour du Grand Paradis è un’eccellenza alla quale da il suo contributo la Regione Autonoma Valle d’Aosta – gli fa eco l’Assessore Aurelio Marguerettaz – un modo per far conoscere in Italia e all’Estero le nostre montagne e nello specifico l’unico 4000 interamente italiano.”

“Lo scialpinismo, al di la’ della prospettiva olimpica, ha un ruolo sempre più importante nell’attivitità della FISI e del comitato ASIVA. - dice Dante Berthod consigliere nazionale FISI - Veniamo da un evento di livello mondiale come il Tour du Rutor e domenica scorsa l’azzurro del Centro Sportivo Esercito di Courmayeur Michele Boscacci ha conquistato la Coppa del Mondo. Ci sono tutte le premesse per vivere anche in Valsavarenche una grande giornata di questo sport.”

“Diamo tutto il nostro supporto ad uno sport sostenibile come lo scialpinismo – commenta il Presidente del Parco Nazionale Gran Paradiso Italo Cerise – Uno sport che coniuga modernità e rispetto per l’ambiente, un attrezzo che permette di muoversi nella montagna invernale con il massimo rispetto. E in quest’ottica è nato il gemellaggio con il Parco della Vanoise e la gara Vertical TransVanoise che da vita al Trophee des Bouquetins.”

“Quest’anno speriamo di andare in vetta con la gara, cosa riuscita solo nella prima edizione .– il commento della Guida Alpina Ilvo Martin, responsabile del percorso assieme al collega Paolo Pellissier – L’innevamento è ottimo fino a quota 3600 metri, poi ci sono problemi di ghiaccio, dovuto al forte vento soffiato dopo ogni nevicata. Le nevicate di questi giorni dovrebbero ottimizzare la situazione anche in alta quota, comunque predisporremo un paio di tracciati di emergenza per affrontare ogni variabile meteorologica.”

“L’obbiettivo dell’organizzazione è di fare passare una bella giornata di sport, risolvere con il sorriso e con gentilezza ogni problema organizzativo. - questo le parole di Silvia Blanc segretaria organizzativa del Comitato – Forse il fatto di essere un gruppo coeso e con la presenza di molte donne ci da quel qualcosa di diverso da tante altre gare. La data ci pone come ultima gara della stagione e speriamo che gli scialpinisti vengano da noi per una bella vacanza e per l’ultimo appuntamento agonistico della stagione scialpinistica.”

Presentato anche lo zaino Venturi by Frendo, che sarà il pacco gara per gli atleti, fornito dalla società New Sport Project.

Erano presenti in sala anche Adriana e Valeria, le figlie del Senatore Renato Chabod, a cui è intitolata questa gara.

Ricordiamo che le iscrizioni si chiuderanno al raggiungimento di 150 squadre. La quota di iscrizione alla sola gara è di 90 euro fino al 15 aprile, che diventeranno 100 euro dopo tale data, mentre la quota di iscrizione con mezza pensione fino al 15 aprile è di 180 euro, che diventeranno 200 euro dopo tale data.

Informazioni: www.tourdugrandparadis.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti