Presentata in Val Comelico la settima edizione della Pitturina Ski Race

Di GIANCARLO COSTA ,

Kilian vittorioso al traguardo della Pitturina 2014 (foto Selvatico)
Kilian vittorioso al traguardo della Pitturina 2014 (foto Selvatico)

Lunedì 5 gennaio all’Agriturismo Boton d’Oro a Costa di San Nicolò è stata presentata la settima edizione della Pitturina Ski Race.

L’edizione del 2015 avrà come unico filo conduttore il ricordo della Grande Guerra, gli eventi che hanno caratterizzato la vita di centinaia di giovani soldati italiani e austriaci saranno ricordati proprio lungo le creste di confine, dove ora, Italia e Austria si porgono la mano per l’organizzazione di una manifestazione sportiva.

L’altra sera a San Nicolò oltre al presidente della Fisi Veneto Roberto Bortoluzzi, c’era il consigliere regionale Dario Bond entrambi hanno sottolineato l’importanza di eventi sportivi di questo calibro per la visibilità della montagna veneta.

Anche gli interventi di Josef Außerlechner, sindaco di Kartitsch, di Marco Staunovo Polacco, sindaco di Comelico Superiore e di Cornelio De Bolfo, vice sindaco di San Nicolò di Comelico hanno messo in evidenza di come sia fondamentale la collaborazione tra le amministrazioni per dare una visibilità forte, condivisa e vincente dell’intero territorio della Val Comelico.

Michele Festini Purlan, presidente dello Spiquy Team, ha ribadito: «Dopo l’esperienza della Coppa del Mondo dello scorso anno pensavamo di non avere più stimoli per mettere in piedi un altro grande evento, poi con l’interno comitato abbiamo voluto creare delle iniziative che si collegassero alle rievocazioni del Centenario della Grande Guerra, e quindi siamo ripartiti con nuove energie. Oltre a ricordare la Grande Guerra vogliamo riproporre il pacco gara completamente riutilizzabile con una serie di prodotti locali. La scorsa edizione abbiamo realizzato un contenitore in legno, tra qualche settimana gli atleti riceveranno i prodotti della Val Comelico all’interno di uno storico zaino militare. In questo zaino inseriremo anche il “diaro di pista” un bloc-notes che rappresenta l’evoluzione dell’agenda “La Pitturina” ideata lo scorso anno. Oltre alla possibilità di prendere appunti saranno contenute tutte le informazioni relative alla gara e ci saranno dei cenni storici che collegano le nostre montagne con gli avvenimenti tristemente famosi della Grande Guerra. Per restare in tema sarà riproposto anche il raduno “Io c’ero a KmZero” che si svolgerà a Casera Melin.».

«Volevo ringraziare - ha concluso Festini - Montura, main sponsor della Pitturina, rappresentata qui da Filippo Bazzanella e da Franco Nicolini per il prezioso aiuto che ci ha dato in questi anni».

Il tracciato di gara è stato spiegato nei minimi dettagli da Marco De Lorenzo, il 25 gennaio si correrà lungo il percorso della prima edizione, quindi un percorso molto tecnico con l’eliminazione del tratto pianeggiante prima dell’arrivo. Per eliminare questa ultima parte del percorso è stata inserita una salita inedita che porterà il dislivello totale a superare i 2400 metri di dislivello.

Il weekend del La Pitturina inizerà venerdì 23 gennaio alla sera con una prova dimostrativa di Vertical Race, si partirà dalla Frazione di San Nicolò per arrivare al nuovo rifugio Monte Zovo.

Parlando di questo evento, Michele Festini ha voluto annunciare un’importante collaborazione con l’associazione “Spazio Autismo”. «I premi gara della Vertical - ha detto Festini - saranno dei dipinti creati dai ragazzi dell’associazione, attraverso il disegno questi ragazzi possono dare vita alle loro emozioni».

Per quanto riguarda la situazione del manto nevoso lungo il tracciato la decisione finale sulla fattibilità della gara sarà presa nei prossimi giorni.

Altre informazioni sul sito www.lapitturina.it.

Fonte Areaphoto

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti