Piste per lo scialpinismo con skipass nel Monterosaski

Di GIANCARLO COSTA ,

Il tracciato scialpinistico verso il colle Bettaforca durante la gara Superbetta (foto fb berguerand)
Il tracciato scialpinistico verso il colle Bettaforca durante la gara Superbetta (foto fb berguerand)

Era nell’aria anche se manca l’ufficialità. Il comprensorio sciistico del Monterosaski, che comprende le vallate valdostane di Gressoney e Champoluc e la piemontese Valsesia, metterà a disposizione dei propri clienti dei tracciati dedicati alla risalita adiacenti alle piste. Tracciati segnalati e battuti dal società degli impianti, che quindi richiederanno un biglietto, che in via non ufficiale dovrebbe essere di 10 euro al giorno o 49 euro lo stagionale, un po’ come avvenne per le piste dello sci di fondo, un tempo gratuite ma da qualche anno a pagamento.

La cosa però diversa è che lo skipass permetterà di usufruire del trenino di Saint-Jacques e degli impianti Stafal-Sant’Anna e Stafal-Gabiet per portarsi in quota dove saranno battute le piste dedicate alla risalita.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti