Philip Götsch e Corinna Ghirardi vincono il Pizzo Scalino e il Crazy Skialp Tour

Di GIANCARLO COSTA ,

Philip Götsch vincitore del  Crazy Skialp Tour e Pizzo Scalino (foto Salini)
Philip Götsch vincitore del Crazy Skialp Tour e Pizzo Scalino (foto Salini)

Sole splendente, e gara di vero scialpinismo per la finalissima del Crazy Skialp Tour. Reduci dalla Sellaronda Skimarathon i due leader di circuito Philip Götsch e Corinna Ghirardi non hanno voluto correre rischi. Per loro gara tutta all’attacco e doppio successo finale. Se la forte scialpinista camuna ha avuto vita facile, il “crazy boy” Philip Götsch se l’è invece dovuta vedere con una schiera di validi avversari tra i quali figuravano Filippo Barazzuol, Guido Giacomelli, Fabio Bazzana e Ivo Zulian.

Da affrontare, in uno scenario da cartolina sopra una fitta coltre di nuvole che avvolgeva il fondovalle, vi erano cinque salite, per un dislivello positivo di 1400m. Vero fuoripista, inversioni, un tratto a piedi sulla seconda erta e due canalini per veri gourmet dello skialp.

Philip Götsch è progressivamente riuscito a scrollarsi di dosso i diretti avversari e, prendendosi anche qualche rischio in discesa è riuscito a passare sotto la finish line di Campagneda in 1h24’08”. Seconda piazza per l’azzurro Barazzuol in 1h25’29”, mentre la lotta per il terzo posto si è decisa nella penultima discesa dove un funambolico Guido Giacomelli ha passato a velocità doppia l’orobico Fabio Bazzana chiudendo in 1h25’5”. In classifica assoluta troviamo quindi 4° Bazzana e quinto l’alpino Daniel Antonioli.

Al femminile pronostici rispettati con Corinna Ghirardi sempre davanti e vincitrice in 1h49’35”. Secondo posto per Claudia Pontirolli 2h22’55”, mentre terza si è piazzata Germana Pedrazzoli 2h24’47”.

Pur non essendo inserite nel circuito Crazy la kermesse del Pizzo Scalino prevedeva gare giovanili vinte da Giovanni Rossi, Giulia Gherardi, Alessandro Gadola, Samantha Bertolina Luca Vanotti e Erica Sanelli.

Circuito Crazy: Philip Götsch & Corinna Ghirardi vincono il challenge 2017. Per l’altoatesino è la prima volta, mentre per l’ex azzurra di specialità è una riconferma. Il circuito era iniziato sulle nevi venete di Nevegal con la Extreme Badalis, aveva toccato il comprensorio trentino di Pinzolo con la Val Rendena Skialp per poi entrare nel vivo con la prova orobica di Gromo.

La chiave di volta nelle ultime settimane con il recupero della prova lecchese del Pizzo Tre Signori e la finalissima del Pizzo Scalino. Sul podio finale di Lanzada con il vincitore Philip Götsch sono saliti due atleti bergamaschi: Fabio Bazzana 2° e Norman Gusmini 3°. Al femminile Alle spalle di Corinna Ghirardi si sono piazzate Claudia Pontirolli e Stefania Vitali.

Fonte u.s. Crazy Skialp Tour

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti