A Petter Northug e Marit Bjoergen la seconda tappa del Tour de Ski, ottimo Francesco De Fabiani 7º nella generale

Di GIANCARLO COSTA ,

Petter Northug vince la 15 km a tecnica classica di Oberstdorf che chiude la parentesi tedesca del Tour de Ski ma la seconda tappa del torneo riscopre una grande Italia ai massimi livelli. Francesco De Fabiani e Dietmar Noeckler fanno gara di vertice con Roland Clara e realizzano il primo e secondo tempo di giornata che vale loro il settimo e decimo posto della classifica generale, mentre il 32enne altoatesino di Riscone di Brunico è tredicesimo con l'ottavo crono parziale. De Fabiani ha cercato addirittura lo scatto sull'ultima salita che precedeva il rettilineo del traguardo, dove tuttavia non è riuscito a fare la differenza e alla fine ha pagato lo sforzo, ma ha dato dimostrazione di tenacia e voglia di competere coi mostri sacri degli sci stretti.

Sul podio a far compagnia a Northug salgono il canadese Alex Harvey e lo svedese Calle Halfvarsson, mentre Federico Pellegrino finisce le sue fatiche al trentacinquesimo posto e prepara l'assalto nella sprint di martedì a Val Mustair, Giorgio Di Centa quarantaseiesimo, Mattia Pellegrin cinquantesimo e David Hofer cinquantanovesimo.   

Ordine d'arrivo 15 km TC maschile Tour de Ski Oberstdorf (Ger):

 1 NORTHUG Petter Jr.      1986      NOR       42:01.2            41:45.7     (14)     

 2 HARVEY Alex      1988      CAN       42:01.8      +0.6      41:32.2     (7)     

 3 HALFVARSSON Calle      1989      SWE       42:02.0      +0.8      41:52.0     (17)     

 4 DYRHAUG Niklas      1987      NOR       42:03.2      +2.0      41:30.5     (6)     

 5 POLTORANIN Alexey      1987      KAZ       42:03.3      +2.1      41:28.9     (4)     

 6 COLOGNA Dario      1986      SUI       42:03.5      +2.3      42:03.5     (20)     

 7 DE FABIANI Francesco      1993      ITA       42:04.6      +3.4      41:13.1     (1)     

 8 SUNDBY Martin Johnsrud      1984      NOR       42:05.0      +3.8      41:38.1     (11)     

 9 HELLNER Marcus      1985      SWE       42:06.4      +5.2      41:43.2     (13)     

 10 NOECKLER Dietmar      1988      ITA       42:07.7      +6.5      41:18.0     (2)     

 13 CLARA Roland      1982      ITA       42:11.9      +10.7      41:35.3     (8)     

 35 PELLEGRINO Federico      1990      ITA       43:33.1      +1:31.9      42:42.0     (32)      43.14

 46 DI CENTA Giorgio      1972      ITA       44:15.0      +2:13.8      43:26.8     (50)      64.87

 50 PELLEGRIN Mattia      1989      ITA       44:22.9      +2:21.7      43:30.1     (51)      66.48

 59 HOFER David      1983      ITA       45:02.0      +3:00.8      44:26.2     (60)     

Classifica Tour de Ski maschile dopo due tappe:

1 NORTHUG Petter Jr.      1986      NOR       51:25.4     

2 HARVEY Alex      1988      CAN       51:31.0      +5.6

3 HALFVARSSON Calle      1989      SWE       51:36.2      +10.8

4 DYRHAUG Niklas      1987      NOR       51:42.4      +17.0

5 POLTORANIN Alexey      1987      KAZ       51:42.5      +17.1

6 COLOGNA Dario      1986      SUI       51:42.7      +17.3

7 DE FABIANI Francesco      1993      ITA       51:43.8      +18.4

8 SUNDBY Martin Johnsrud      1984      NOR       51:44.2      +18.8

9 HELLNER Marcus      1985      SWE       51:45.6      +20.2

10 NOECKLER Dietmar      1988      ITA       51:46.9      +21.5

13 CLARA Roland      1982      ITA       51:51.1      +25.7

35 PELLEGRINO Federico      1990      ITA       53:12.3      +1:46.9

46 DI CENTA Giorgio      1972      ITA       53:54.2      +2:28.8

50 PELLEGRIN Mattia      1989      ITA       54:02.1      +2:36.7

59 HOFER David      1983      ITA       54:41.2      +3:15.8      

Gara femminile

Successo numero 86 in carriera per Marit Bjoergen che conferma il suo eccezionale stato di forma anche nella seconda tappa del Tour De Ski sulla pista di Oberstdorf. La norvegese si è imposta a mani basse nella 10 km a tecnica classica davanti alle connazionali Heidi Weng e Therese Johaug, in ritardo di 56"2 e 56"8. Quarta la svedese Stina Nilsson, quinta la tedesca Nicole Fessel e soltanto sesta la polacca Justyna Kowalczyk, ancora lontana dalle posizioni di vertice.

Segnali di ripresa da parte della squadra italiana, che piazza Virginia De Martin a punti in ventinovesima posizione, appena fuori dalle trenta Francesca Baudin e Ilaria Debertolis. Più attardate Giulia Stuerz, Gaia Vuerich e Greta Laurent. Lunedì 5 gennaio è in programma la prima giornata di riposo, il torneo riprenderà martedì 6 gennaio a Val Mustair con una sprint a tecnica libera.      

Ordine d'arrivo 10 km TC femminile Oberstdorf (Ger):

1 BJOERGEN Marit      1980      NOR       29:27.6            29:27.6     (1)     

2 WENG Heidi      1991      NOR       30:23.8      +56.2      30:08.1     (3)     

3 JOHAUG Therese      1988      NOR       30:24.4      +56.8      29:56.2     (2)     

4 NILSSON Stina      1993      SWE       31:01.1      +1:33.5      30:18.5     (4)

5 FESSEL Nicole      1983      GER       31:05.3      +1:37.7      30:36.8     (10)

29 DE MARTIN TOPRANIN Virginia      1987      ITA       32:18.4      +2:50.8      31:14.8     (26) 35 BAUDIN Francesca      1993      ITA       32:34.5      +3:06.9      31:33.5     (32)     

36 DEBERTOLIS Ilaria      1989      ITA       32:37.5      +3:09.9      31:38.4     (34)     

51 STUERZ Giulia      1993      ITA       33:29.2      +4:01.6      32:30.2     (51)     

62 VUERICH Gaia      1991      ITA       35:35.3      +6:07.7      34:30.7     (64)     

66 LAURENT Greta      1992      ITA       38:34.4      +9:06.8      37:28.2     (66)

Classifica del Tour de Ski dopo due tappe:

 1 BJOERGEN Marit      1980      NOR       36:50.6     

 2 WENG Heidi      1991      NOR       37:51.8      +1:01.2

 3 JOHAUG Therese      1988      NOR       37:57.4      +1:06.8

 4 NILSSON Stina      1993      SWE       38:39.1      +1:48.5

 5 FESSEL Nicole      1983      GER       38:43.3      +1:52.7

 29 DE MARTIN TOPRANIN Virginia      1987      ITA       39:56.4      +3:05.8

 35 BAUDIN Francesca      1993      ITA       40:12.5      +3:21.9

 36 DEBERTOLIS Ilaria      1989      ITA       40:15.5      +3:24.9

 51 STUERZ Giulia      1993      ITA       41:07.2      +4:16.6

 62 VUERICH Gaia      1991      ITA       43:13.3      +6:22.7

 66 LAURENT Greta      1992      ITA       46:12.4      +9:21.8

Le interviste ai protagonisti

Francesco De Fabiani: "E' andata bene - spiega il ventiduenne valdostano dell'Esercito -, mentre nei primi chilometri di gara mi sentivo bene ma non riuscivo a rimanere davanti, soprattutto nel passo in spinta. Non pensavo di arrivare in fondo attaccato ai migliori, l'ultimo giro ci ho creduto, non mi sono accontentato della posizione ma ho dato tutto, compreso sull'ultima salita dove ho provato ad allungare ma alla fine mi sono mancate le forze e la volata non è ancora il mio forte. Il miglior tempo di giornata è un segnale importante, oggi ho imparato che posso arrivare nelle prime posizioni. la vittoria di Pellegrino a Davos ci ha insegnato che è possibile salire sul primo gradino del podio, adesso c'è una sprint dove cercherò di qualificarmi anche se sarà difficile, poi torneremo su distanze a me più congeniali dove spero di rimanere nelle posizioni di vertice".

Dietmar Noeckler: "Finalmente dopo due anni sono riuscito a ritrovare le sensazioni giuste, sull'ultima salita mi sono accorto che potevo fare una gara da protagonista. L'obiettivo era entrare nei venti, poi ho agganciato il primo gruppo, cercando di rimanere davanti ma in salita ho perduto qualche secondo. Nella sprint in Val Mustair l'obiettivo sarà quello di superare le qualificazioni, poi mi concentrerò di più sulle gare classico perchè la salita del Cermis non si addice alle mie caratteristiche".

Fonte fisi.org

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti