Il Periplo del Monte Rosso 2015 a Filippo Barazzuol e Laura Besseghini, mentre il circuito Crazy Skialp Tour è di Davide Pierantoni e Laura Besseghini

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio maschile del Periplo Monte Rosso Oropa 2015 (foto organizzazione)
Podio maschile del Periplo Monte Rosso Oropa 2015 (foto organizzazione)

Una prova quella di Oropa, che ha saputo essere all'altezza del circuito Crazy Skialp Tour. Un'organizzazione esemplare ha permesso di far pervenire ai nastri di partenza più di 150 partecipanti da ogni parte d'Italia, e qualcuno anche dalla Francia. Numerosi gli sponsor che hanno scelto di supportare l'evento, come anche i parter tecnici e logistici e altresì le istituzioni locali quali il comune di Biella e l'Azienda Turistica Locale, nonché l'Associazione Mucrone Local e le funivie di Oropa. Testimonials d'onore Laura Besseghini che ricorda il Periplo del Monte Rosso come: impegnativo e divertente, una delle poche gare storiche di scialpinismo rimaste.

Nella categoria assoluta maschile vince per il secondo anno consecutivo Filippo Barazzuol in 01:13:32 precedendo nell'ordine Davide Pierantoni in 01:15:50 e Fabio Cavallo in 01:17:24. Tra le donne vittoria indiscussa, di nuovo come per la scorsa edizione, di Laura Besseghini in 01:28:13 su Corinna Ghirardi in 01:29:46 e Sonia Balbis in 01:49:26. Un appuntamento biellese con lo skialp che ha garantito una giornata di grande festa, di sport e di colori. Un percorso, modificato all'ultimo momento prima del via a causa delle condizioni meteo che hanno visto cadere ininterrottamente molta neve sul tracciato andando a influenzare negativamente sulla sicurezza. Un itinerario comunque decisamente spettacolare, ma al tempo stesso molto tecnico che è andato ad animare la conca di Oropa con ben il 90% di fuori pista.

Gara avvincente nonostante il percorso ridotto, che ha preso via dal piazzale delle funivie di Oropa per animarsi subito verso la salita sulla Busancano. Da lì a breve uno scenografico giro di boa, davanti al pubblico fremente: i colori delle divise dei numerosi atleti hanno dato un volto primaverile a questo giorno che sembrava non ricordare nulla del terzo giorno di primavera. In testa a lasciare la zona del cambio pelli c'è Filippo Barazzuol davanti al vicentino Davide Pierantoni. Il percorso risale di quota per addentrarsi fra i panorami mozzafiato della Valle di Oropa. Da lì, a poco più di un'ora dalla partenza ecco tagliare il traguardo, in perfetta solitudine, dopo una lunga ed impegnativa discesa, il giovane Filippo Barazzuol, quasi un déjà vu che fa ritornare all'edizione dello scorso anno. Stessa incredibile scena al femminile con Laura Besseghini, che insieme al primo classificato della categoria maschile si aggiudicano per la seconda volta immensa stima da parte del pubblico biellese.

Un percorso ad hoc, pur mantenendo partenza e arrivo medesimi per i gareggianti di tutte le categorie, è poi stato studiato per le categorie Juniores e Cadetti che ha visto una decina di partecipanti ai nastri di partenza. Classifiche distinte aggiudicate rispettivamente a Della Valle Andrea, classe 1996 e a Guichardaz Fabien, classe 1999.

I primi biellesi a tagliare il traguardo sono Corrado Vigitello e Milena Ghirardi.

Ultima tappa della prima edizione del Crazy Skialp Tour, un circuito di cui fanno parte altre quattro gare dislocate in tutto l’arco alpino organizzato dalla Crazy Idea, incerto fino ad oggi, la prova conclusiva. La vittoria se la sono giocata fino all'ultimo Davide Pierantoni e Ivan Antiga al maschile e la valtellinese Laura Besseghini e la bresciana Corinna Ghirardi al femminile. Una classifica che vede pertanto il vicentino Pierantoni consolidare la propria leadership seguito da Andrea Panizza e da Ivan Antiga. Alla guida della classifica in rosa esulta Laura Besseghini sulla bresciana Corinna Ghirardi e su Ilaria Cavallari. Primo ad aggiudicarsi la categoria Espoir è Gabriele Fedrizzi.

Un pubblico decisamente partecipe e coinvolgente è andato ad animare e a supportare gli atleti direttamente nella zona di arrivo, nonché di partenza, ma anche in altri diversi punti del percorso: parterre, rifugio Savoia e capanna Renata, dove le anticipate sorprese, messe a disposizione dai generosi sponsor dell'evento, non sono mancate.

Tantissimi i premi poi messi in palio per l'estrazione finale che ha permesso alla maggior parte dei partecipanti di lasciare il territorio biellese con un ricordo dell'evento.

Manifestazione sportiva ma anche occasione di festa, il Periplo del Monte Rosso 2015, dopo essere stato posticipato a causa della scarsa quantità di neve, ha avuto modo di riscattarsi proprio oggi, all'insegna dell'abbondante neve caduta sulle vette biellese proprio nei giorni prossimi l'evento e nel giorno dell'evento stesso. Una conclusione quindi positiva che ha rincuorato il comitato organizzatore de La Büfarôla.

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti