Ottorino Mezzalama il pioniere dello scialpinismo

Di GIANCARLO COSTA ,

Trofeo Mezzalama.jpg
Trofeo Mezzalama.jpg

Domenica si correrà il Trofeo Mezzalama, la gara di scialpinismo più famosa e conosciuta in Italia e non solo, da sempre circondata da un alone di leggenda. Ma perché il nome Mezzalama, in una gara che parte da Cervinia, arriva a Gressoney e passa sulla cresta dei 4000 del Monte Rosa? La gara è un omaggio al pioniere dello scialpinismo, Ottorino Mezzalama, ma chi era costui?

Nacque a Bologna nel 1888 e si trasferì a Torino dopo la laurea, iscrivendosi alla locale sezione del CAI. Nel 1912 partecipò alla spedizione militare in Libia e al ritorno diventò direttore tecnico dei corsi di sci per le truppe alpine.

Mezzalama, sottufficiale dell'esercito, diventò un profondo conoscitore dell'arco alpino d'inverno. Aveva un sogno, quello di realizzare un unico itinerario scialpinistico che avrebbe unito le Alpi Marittime con le Giulie.

Il suo spirito solitario e la sua dedizione allo scialpinismo lo portarono a sviluppare tecniche e convinzioni del tutto personali, come il rifiuto delle pelli di foca in favore della semplice sciolinatura di tenuta.

Pensate un po' il pioniere dello scialpinismo non usava le pelli di foca!!

Perse la vita nel febbraio del 1931, sotto una valanga alla cima del Bicchiere nelle Alpi Breonie.

Amici e conoscenti, per commemorare la passione di Mezzalalma verso l'esplorazione della montagna invernale, decisero di dedicargli una gara di scialpinismo, e lo fecero attraversando il massiccio del Monte Rosa. La prima edizione si svolse due anni dopo, nel 1933.

"Saper ricavare dallo sci il massimo delle sue possibilità per far proprio il mondo dell'alpe" era il suo motto, e anche se si portava sulle spalle un pesante zaino con tutto l'occorrente per star via giorni e giorni in montagna, la sua convinzione che la velocità era fattore di sicurezza è stata ripresa dal soccorso alpino e dalle prime gare di scialpinismo, progenitrici del formidabile sport che vedremo domenica sulle creste del Monte Rosa.

In allegato il filmato di presentazione del Trofeo Mezzalama.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti