Nuovo record sull'Haute Route scialpinistica Chamonix-Zermatt

Di GIANCARLO COSTA ,

01 Laurent Fabre, Yann Gachet e Anthony Fraissard
01 Laurent Fabre, Yann Gachet e Anthony Fraissard

La coppia francese di scialpinisti composta dai militari Laurent Fabre e Yann Gachet compie l´attraversata della Haute Route da Chamonix a Zermatt nel tempo record di 20h28´05" abbassando di 43 minuti il precedente primato di Stéphane Brosse e Lionel Bonnel che resisteva dal 2008. Nella prima parte dell´attraversata con loro anche Anthony Fraissard che ha dettato il ritmo durante l´inizio più difficile del percorso, rallentato anche da una fitta nevicata.

I due avevano in cantiere questa impresa da alcune stagioni: lo scorso anno sono stati costretti a rinunciare a causa delle cattive condizioni meteo nel periodo scelto per l´attacco.
Ma anche in questo inverno che sembra non finire mai, la situazione meteorologica non sembrava essere dalla parte dei tre francesi, ma alla mezzanotte del 6 aprile un cambio della perturbazione ha consentito ai militari di tentare con successo l´attacco ai 160 chilometri (e 8.400 metri di dislivello) della Haute Route.

Tuttavia il meteo non è stato un grande alleato di questa impresa, perché alle prime luci dell´alba il percorso del team si ricopriva di neve fresca, rallentando fortemente l´andatura dei tre, che dovevano scavare la traccia sotto una fitta nevicata.
Ma Laurent Fabre, Yann Gachet e Anthony Fraissard non si sono mai persi d´animo e hanno proseguito con maggior determinazione verso il rifugio Valsorey. L´attraversata del ghiacciaio di Otemma ha evidenziato un ritardo di circa 20 minuti sulla tabella di marcia preventivata alla partenza, pertanto la formazione di sci alpinisti ha dovuto spingere sull´acceleratore nel pomeriggio e verso le 15, Anthony Fraissard dopo aver dettato il ritmo dell´andatura per gran parte del tracciato ha lasciato ai suoi compagni l´onore di concludere l´impresa.

La parte finale del percorso prevede grandi pendii dove Laurent Fabre e Yann Gachet hanno potuto sfoggiare le proprie doti di discesisti.
Mancavano pochi minuti allo scoccare del 8.30 del campanile della chiesa di Zermatt quando la coppia francese faceva il proprio ingresso in paese stabilendo con il tempo di 20:28´05" il nuovo record della traversata invernale della Haute Route.

"Sapevamo che le condizioni erano tutt'altro che facili e ideali a causa della neve fresca" ha commentato Laurent Fabre "ma questa era l'unica opportunità che avevamo a causa dei nostri rispettivi impegni. Abbiamo dato veramente tutto. Siamo esausti, ma felici per un´impresa che riteniamo importante".

Dopo il trionfo della squadra femminile Dynafit sulla Haute Route Plus nel 2008 (da Chamonix a Zermatt e proseguo fino ad Alagna in soli tre giorni), quest´ultimo record rappresenta una ulteriore dimostrazione che il "leopardo delle nevi" di Dynafit è molto a suo agio su questa rotta culto dello scialpinismo. Indipendentemente dal fatto che lo si possa fare in otto giorni - il normale periodo che gli amatori dello scialpinismo impiegano per la traversata - o in tempo di record, la Haute Route rappresenta un vero banco di prova per chiunque voglia misurarsi con un tracciato che è da tutti considerato la Mecca dello scialpinismo.

Comunicato Ufficio Stampa Dynafit

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti