Nell’Air+Style Big Air di Pechino successi di Anna Gasser e di Mark McMorris, 32° Alberto Maffei | Snow Passion

Nell’Air+Style Big Air di Pechino successi di Anna Gasser e di Mark McMorris, 32° Alberto Maffei

Di GIANCARLO COSTA ,

I vincitori del Big Air Pechino Anna Gasser e Mark McMorris (foto fis)
I vincitori del Big Air Pechino Anna Gasser e Mark McMorris (foto fis)

L’austriaca Anna Gasser e il canadese Mark McMorris hanno vinto l’Air+Style Big Air Pechino, prova di Coppa del Mondo.

Nella gara femminile seguono la campionessa austriaca Anna Gasser sul podio, la giapponese Miyabi Onitsuka 2a e la finlandese Enni Rukajarvi 3a .

Nella gara maschile torna al successo il canadese Mark McMorris, dopo un brutto infortunio che l’ha costretto ai box per 8 mesi. Lo seguono sul podio il neozelandese Tiarn Collins 2° e il norvegese Torgeir Bergrem 3°. Unico italiano in gara Alberto Maffei, settimo a Milano, che esce in qualificazione classificandosi 32°.

La Coppa del Mondo di Big Air continua la prossima settimana allo SparkassenPark di Moenchengladbach in Germania.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti