Morti due scialpinisti sulle Alpi Giulie

Di GIANCARLO COSTA ,

Jof Fuart (foto wikipedia)
Jof Fuart (foto wikipedia)

Sono stati trovati privi di vita i due scialpinisti travolti da una valanga, a circa 2000 metri di quota, tra Tarvisio e Chiusaforte, questa mattina in Friuli. Lo si apprende dal Soccorso alpino Fvg e della Guardia di Finanza, che hanno eseguite le operazioni di soccorso. Il terzo componente della spedizione, che doveva ancora scendere nel canale, ha dato l’allarme e cercato i compagni, per poi essere recuperato nel canale dai tecnici del Soccorso alpino Fvg e della Guardia di Finanza.

Avevano appena imboccato il canale di discesa della gola Nord Ovest del Jóf Fuart, i due sciatori travolti dalla valanga e trascinati nel canale per circa 600 metri di dislivello. Avevano effettuato la salita dalle pendici meridionali del Jóf Fuart per andare a sciare la gola che è una delle discese ambite di sci ripido della regione Friuli Venezia Giulia.

Le due vittimo sono Federico Deluisa, 42 di Udine e Carlo Picotti, 37 anni, di Cividale del Friuli in provincia di Udine.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti