Morti 6 scialpinisti nel Queyras in Francia

Di GIANCARLO COSTA ,

Le operazioni di soccorso in Queyras (foto le dauphine - monique eymard)
Le operazioni di soccorso in Queyras (foto le dauphine - monique eymard)

La settimana appena finita è stata tragica per le morti in montagna a causa delle valanghe. Sabato forse la tragedia più grande, nel Queyras, che è vicino al Monviso e confinante con le valli Po e Pellice del Piemonte.

Le vittime erano 4 uomini e 2 donne; i loro nomi, secondo quanto riportato dal quotidiano Le Dauphine, sono Alain Vincent, Guy Rondot, Jeanne David, Carol Nash-Hamilton, Bruno Girard et Jacques Chabrier.

La valanga aveva un fronte di 300 metri di larghezza e 900 di lunghezza, nel couloir de la Mamelle, nel vallone de Bachas che fa parte del di Ceillac.

Il ministro francese degli interni Bernard Cazeneuve, ha fatto un comunicato stampa sulla tragedia, con le condorglianze ai famigliari delle vittime e reso omaggio ai soccorritori che hanno operato in condizioni rischiose visto il continuo pericolo di valanghe nella zona.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa