Monte Ocre Snow Event: Carlo Colaianni e Raffaella Tempesta vincono nello skialp, a Cesare Pisoni lo snowalp

Di GIANCARLO COSTA ,

1 Carlo Colaianni vincitore del Monte Ocre Snow Event (foto fb di corpo)
1 Carlo Colaianni vincitore del Monte Ocre Snow Event (foto fb di corpo)

“La dove tutto è iniziato”. Siamo tornati in Abruzzo a San Martino d’Ocre per la sesta edizione del Monte Ocre Snow Event, la gara di sci e snowboard alpinismo che si è disputata sulle ripide pendici del Monte Ocre. Era il 2011 quando si disputò la prima edizione, con Igor Antonelli anima e cuore di questa manifestazione che segnò la rinascita dello scialpinismo agonistico in Abruzzo, dopo che il terribile terremoto del 2009 sconvolse l’Aquila e il territorio circostante. Ma gli abruzzesi sono gente tosta e pur tra mille difficoltà hanno ripreso a vivere e fare progetti per il futuro.

Lo Skialpdeiparchi-LaSportiva-SkiTrab è un circuito di 20 gare sulle montagne e nei parchi dell’Appennino Centrale, tra Abruzzo, Lazio, Marche e Molise, un bell’impegno per Live Your Mountain e tutti i volontari che ne supportano l’organizzazione.
“Un grazie a tutti quelli che collaborano e fanno i volontari per realizzare eventi come questo – ha detto Igor Antonelli al momento delle premiazioni – Un grazie anche a chi è venuto a trovarci da lontano, non facendosi impressionare dal rumore mediatico creato intorno agli ultimi tragici fatti che si sono aggiunti a quelli del terremoto. La montagna va compresa e valorizzata, i rischi attentamente valutati e gestiti, fare turismo in questa regione vuol dire imparare a muoversi sulle montagne, in inverno e in estate, non solo andare sulle spiagge del nostro pur bellissimo mare.”
Tracciare la gara il sabato, farla la domenica, viaggiare verso le montagne d’Abruzzo, sono il nostro modo per rinsaldare l’amicizia con Igor e con le persone legate dalla comune passione dell’andar per monti, sulla neve e sui sentieri, con gli sci o gli snowboard.

Passando alla parte sportiva, il Monte Ocre ci ha accolto il sabato con pioggia e neve, cosa che ha reso la giornata dedicata alla tracciatura del percorso all’inizio un po’ difficile per la scarsa visibilità, con il regalo di arrivare in vetta con l’uscita del sole che ci ha consentito una discesa indimenticabile. La domenica invece la giornata è spaziale, non solo sul Monte Ocre, ma su tutte le montagne abruzzesi, dal Gran Sasso al Monte Camicia alla Maiella. Con un simile palcoscenico partenza a razzo dei protagonisti di giornata, con Carlo Colaianni in sci e Cesare Pisoni in snowboard a prendere la testa della gara fin dalle prime inversioni. Il percorso di gara prevedeva la salita dai 1300 metri circa della partenza, dopo l’avvicinamento iniziato dal campo sportivo di San Martino d’Ocre, fino ai 2200 metri della vetta del Monte Ocre, con l’ultimo tratto del canale da fare a piedi con i ramponi. Un pezzo di cresta e quindi la spettacolare discesa, che terminava con un rientro ancora con le pelli attaccate agli sci (o gli scietti degli snowboarder) fino al traguardo del fontanile; in tutto 9 km e quasi 1000 metri di dislivello.

Vince la gara di scialpinismo maschile Carlo Colaianni in 1h01’54”, che pur essendo ancora junior è il dominatore delle gare di scialpinismo appenniniche, e così è anche in questa che è la sua gara di casa. Alle sue palle il coetaneo Marco Daniele in 1h04’26”, con Alessandro Novaria che completa il podio in 3° in 1h04’47”, quindi la top ten con Daniele Urbani 4°, Giuseppe Bigioni 5°, Antonio Carfagnini 6°, Leandro Giannelli 7°, Federico Mosca 8°, Fabio Daniele 9° ed Emanuele Lattanzi 10°.
Anche la gara femminile e il circuito ha una dominatrice assoluta in Raffaella Tempesta, vincitrice sul Monte Ocre in 1h18’45”, seguita da Giulia Bagattini 2a in1h49’33”, Francesca Ciaccia 3a in 2h00’21”, Antonietta Di Girolamo 4a e Viviana Ricci 5a.

Duello tutto bergamasco per la vittoria nella categoria snowboard, con Cesare Pisoni che partito di gran carriera è costretto a rallentare l’andatura per le rotture all’attrezzatura, prima uno sci, poi un bastoncino e infine uno scarpone che consentono a Giordano de Vecchi di rientrare sul battistrada fino alla volata finale che premia Pisoni in 1h05’26” su Giordano De Vecchi 2° in 1h05’29”. Completa il podio Giancarlo Costa 3° in 1h18’10”, seguito da Giuseppe Guerra 4° e Igor Antonelli 5° anche se nel ruolo di “servizio scopa” della gara.

In allegato classifica completa e servizio fotografico.

Prossimo evento del Circuito SkialpdeiParchi-LaSportiva-Skitrab domenica prossima a Castel del Monte (AQ) con il Monte Camicia Backcountry.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti