Michele Boscacci vince la Coppa del Mondo di scialpinismo nelle finali di Madonna di Campiglio | Snow Passion

Michele Boscacci vince la Coppa del Mondo di scialpinismo nelle finali di Madonna di Campiglio

Di GIANCARLO COSTA ,

Il podio dell'Individuale di Madonna di Campiglio con Antonioli, Boscacci e Eydallin (foto fisi)
Il podio dell'Individuale di Madonna di Campiglio con Antonioli, Boscacci e Eydallin (foto fisi)

Si sono disputate a Madonna di Campiglio le due gare di finale della Coppa del Mondo di scialpinismo 2018, una Sprint e una individuale.

In notturna, sulla storica pista del Canalone Miramonti, un tracciato breve ma spettacolare e intenso ha messo a dura prova le qualità degli scialpinisti, che in questo periodo sono reduci dalle linghe prove de La Grande Course come Pierra Menta e Tour du Rutor. Poi succede anche anche il caso di Robert Antonioli, che vince ma viene squalificato per 5 grammi in meno del peso dello sci, cosa che gli farà perdere la Coppa del Mondo generale a favore dell’amico e compagno di squadra Michele Boscacci, che diventa a sua volta vincitore della Sprint e con il successivo secondo posto nell’individuale si aggiudica la sfera di cristallo.
Quindi nella Sprint vittoria di Michele Boscacci, 2° Nadir Maguet e 3° svizzero Iwan Arnold.
Nella gara femminile vittoria della francese Laetitia Roux sulla svizzera Marianne Fatton 2a e la spagnola Marta Garcia Farres 3a .
Grandi prove per gli azzurri delle categorie giovanili, con Nicolò Canclini sul gradino più alto del podio fra gli espoir maschili, Alba De Silvestro 2a nelle espoir femminili, Giovanni Rossi 2° fra gli juniores maschili e Giulia Murada vincitrice fra le juniores femminili.

INDIVIDUALE

La Nazionale Italiana domina la prova conclusive di questa Coppa del Mondo piazzando tre azzurri sul podio dell’individuale di Madonna di Campiglio. Sul gradino più alto del podio è salito Robert Antonioli con il tempo totale di 1h36’06”, che si rifà così della squalifica per peso irregolare degli sci del giorno prima, ma la Coppa del Mondo va al secondo classificato, l’altro alfiere del Centro Sportivo Esercito Michele Boscacci 2°, con il piemontese Matteo Eydallin che completa il podio in terza posizione, seguito dal francese William Bon Mardion 4° e dal trentino Davide Magnini 5° e primo Espoir, con Federico Nicolini 8° a completare la buona prova di squadra degli azzurri.

Nella gara femminile successo della transalpina Laetitia Roux, che precede la connazionale Axelle Mollaret 2a , completa il podio l'azzurra Alba De Silvestro 3a che così vince la classifica Espoir. Seguono Katia Tomatis 9a e Bianca Balzarini 10a .

Nell gare giovanili Giulia Murada vince la Junior femminile sulla rusa Ekaterina Osichkina 2a e Justine Tonso 3a e Giorgia Felicetti 4a .
Negli Junior vittoria del francese Julien Ancayrthur Blanc, 2° lo svizzero Aurelien Gay, quindi gli azzurri Giovanni Rossi 4°, Fabien Guichardaz 6°, Sébastien Guichardaz 7° e Stefano Confortola 8°.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti