Tra un mese ritorna la Monterosaskiride, la più famosa gara di freeride italiana sul Monte Rosa dal 21 al 23 marzo – Gressoney-la-Trinitè (AO)

Di GIANCARLO COSTA ,

Volantino_Monterosaskiride 2012.jpg
Volantino_Monterosaskiride 2012.jpg

A 5 anni dall’ultima edizione rinasce la gara di freeride più conosciuta dell’arco alpino italiano: la Monterosaskiride sul versante di Gressoney del Monte Rosa.

La discesa sarà in un’unica manche venerdi 23 marzo (eventuale recupero per maltempo il sabato), aperta a sciatori, snowboarder, telemarker e monosciatori. La novità sarà la partenza nei pressi del Rifugio Mantova, aperto per l’occasione anche per ospitare i concorrenti la sera prima della gara. Dal Rifugio Mantova (quota 3498 metri), il percorso prevede i passaggi nel Canale Grande o nel canale dell’Aquila e successivamente nel Canyon Leisch, per poi arrivare al traguardo di Staffal. Le condizioni di innevamento determineranno eventuali variazioni e/o passaggi obbligatori. Il dislivello in discesa sarà di 1700 metri di dislivello.

Unici requisiti richiesti, maggiore età, dotazione di ARVA e casco e un’adeguata preparazione fisica e tecnica, visto che si tratta di una discesa in alta montagna e su terreno libero.

Le iscrizioni si raccolgono online sul sito www.monterosaskiride.it, previa lettura ed accettazione del regolamento. La distribuzione dei pettorali avverrà nei due giorni precedenti la gara nella Sala Monterosa, nei pressi della partenza della seggiovia Punta Jolanda a Gressoney La Trinitè. Il briefing, obbligatorio, è previsto il 22/03 alle h. 18,00: al rifugio Mantova se il numero dei pernotti in quota lo giustifica, presso la sala Monterosa in caso contrario. Il 22 sarà anche il giorno destinato alla ricognizione del percorso.

Ospitalità: in occasione della gara il Rifugio Mantova offre il trattamento di mezza pensione a un prezzo speciale (35€).

Per arrivare al Rifugio Mantova, dall’arrivo della funivia sul ghiacciaio di Indren, sarà ben visibile una traccia che attraversa il Ghiacciaio sino ad una barra rocciosa con corde fisse che porta al rifugio. Il percorso si effettua in circa 45 minuti e sono raccomandati pelli per gli sci e racchette da neve per gli snowboarder e ramponi per il tratto ripido.

Inoltre ci sarà la possibilità da salire al rifugio Mantova in elicottero sia il giovedì pomeriggio che il mattino stesso della gara.

Per info e prenotazioni al Rifugio Mantova si invita a contattare:

www.rifugiomantova.it Email: info@rifugiomantova.it - Tel. & Fax: +39 0163 78150

Le classifiche previste: Assoluta individuale, per categoria maschile e femminile (sci, snowboard, monosci e telemark). Ricco il montepremi in palio con premi in materiali per i primi 3 tempi della classifica donne e uomini delle 4 categorie.

Eventi collaterali: pranzo per i concorrenti in area attrezzata nei pressi dell’arrivo e festa hawaiiana la sera del 23 nella sala Monterosa.

La Monterosaskiride è iscritta al Trophée des Derby, circuito francese di gare di discesa in fuoripista, di cui fa anche parte il più conosciuto Derby de la Meije, a La Grave.

Info e iscrizioni alla gara: Daniele Mania tel. 3477564040 email info@monterosaskiride.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti