Matteo Eydallin e Damiano Lenzi vincono la terza edizione dell’Extreme Badalis. Tra le donne vincono Francesca Martinelli e Roberta Pedranzini.

Di GIANCARLO COSTA ,

Damiano Lenzi e Matteo Eydallin vittoriosi allExtreme Badalis (foto Selvatico)
Damiano Lenzi e Matteo Eydallin vittoriosi allExtreme Badalis (foto Selvatico)

Domenica mattina di ritorno dalla Coppa del Mondo della Val Comelico, i due azzurri del Centro Sportivo Esercito, Matteo Eydallin e Damiano Lenzi, si sono fermati a Milies di Segusino in provincia di Treviso per partecipare alla terza edizione dell’Extreme Badalis. La gara a squadre organizzata dallo Sci Club Valdobbiadene prevedeva cinque salite e altrettante discese per un dislivello complessivo di sola salita di 1550 metri diluiti in 13,9 chilometri.

Il tracciato al confine tra la pianura veneta e le Dolomiti si è presentato con venti centimetri di neve fresca caduta nella notte rendendo le discese veloci, divertenti e sicure.

La partenza è stata posticipata di qualche minuto per dare la possibilità ai tracciatori di segnalare nuovamente la traccia che saliva al Monte Cesen. Subito dopo il via Davide Pierantoni ha provato a forzare il ritmo, ma i due atleti dell’Esercito hanno continuato a salire con il loro ritmo lasciando che l’azione di Pierantoni si esaurisse. Eydallin e Lenzi prendono il comando e lo mantengono sino al traguardo che tagliano con il tempo di 1:18:45. In seconda posizione si classificano Pierantoni e Moling con solo un minuto e sedici di ritardo. Sul terzo gradino del podio salgono Ivan Sommacal e Alessandro Taufer. La coppia Pat Federico e Olves Savaris sono quarti mentre Simone Bettega e Michele Gaio sono quinti.

Nella gara femminile le due bormine, Francesca Martinelli e Roberta Pedranzini, partono subito al comando della gara, alle loro spalle Nadia Scola e Birgit Stuffer, e ancora più staccate Stefanie De Simone e Julia Kompatscher.

La coppia formata da Francesca Martinelli e Roberta Pedranzini lungo il percorso non ha nessun problema a mantenere la leadership. Le bormine tagliano il traguardo con il tempo di 1:34’32’’. Dopo poco meno di quattro minuti passano sotto lo striscione d’arrivo Nadia Scola e Birgit Stuffer. Il podio è completato da Stefanie De Simone e Julia Kompatscher.

Loss Enrico vince la categoria Cadetti, mentre Matteo Cuel e Daniele Soppelsa sono rispettivamente secondo e terzo. Fabio Pettinà è primo tra gli Junior. Jacopo Facchin è secondo dietro a Pettinà. Laura Corazza è la prima tra i Cadetti.

Per quanto riguarda il Campionato Veneto i titoli Senior sono stati assegnati a Ivan Sommacal in coppia con Alessandro Taufer in rappresentanza dello Sci Club Valdobbiadene. Tra i Master la vittoria è andata alla coppia dello sci Club Dolomiti ski-alp formata da Fabio Fagherazzi e Luigi Bortoluzzi.

Tra le donne il Campionato Veneto è andato a Nada De Francesch in coppia con Monica Bez.

L'Extreme Badalis che gode del patrocinio del Comune di Segusino mette in archivio un'edizione che sicuramente rimarrà nei ricordi di tutti i concorrenti. Questa mattina le Dolomiti a Nord, e la laguna veneta a Sud non si sono lasciate vedere ma hanno dato un arrivederci.

Fonte Areaphoto.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti