March e Bormolini quarti nei due PGS di PyeongChang, Fischnaller e Ochner secondi in Coppa del mondo

Di GIANCARLO COSTA ,

Due quarti posti per l'Italia nei PGS di PyeongChang (foto fis)
Due quarti posti per l'Italia nei PGS di PyeongChang (foto fis)

Finisce ai piedi del podio l'avventura della squadra azzurra nei due PGS maschili di Coppa del mondo sulla pista coreana di PyeongChang che assegnò un anno fa le medagie olimpiche.

Gara 1

Nella gara del sabato Aaron March è stato infatti sconfitto nella small final dall'austriaco Andreas Promegger, concludendo la giornata al quarto posto, mentre il successo è andato allo sloveno Zoran Kosir sull'austriaco Lukas Mathies. Fuori nei quarti di finale Roland Fischnaller (battuto nell'ennesimo derby della loro infinita carriera proprio da March), ed Edwin Coratti (dal futuro vincitore Kosir), fuori nelle qualificazioni Mirko Felicetti (primo degli esclusi), Daniele Bagozza, Maurizio Bormolini e Gabriel Messner.L'aria della Corea rilancia anche le ambizioni di Ester Ledecka. La ceca, campionessa olimpica nel 2018 in questa località ma nel supergigante femminile dello sci alpino e reduce da un Mondiali incolore ad Are, tornata sulla tavolta ha ricominciato a dettare legge, precedendo nell'ordine Selina Joerg, l'austriaca Sabine Schoeffmann e l'altra teutonica Caroln Langehorst. Buon quinto posto di Nadya Ochner, eliminata nelle qualificazioni Giulia Gaspari.

Gara 2

Dopo il quarto posto di Aaron March di sabato, arriva un altro piazzamento ai piedi del podio per l'Italia nel secondo gigante parallelo di Coppa del mondo andato in scena sulla pista olimpica di PyeongChang. Stavolta è toccato a Maurizio Bormolini lottare fino alla fine per un piazzamento di vertice, purtroppo il valtellinse è stato superato in semifinale dall'austriaco Andreas Prommegger (poi vincitore sul francse Sylvain Dufour) e successivamente nella finale per il terzo posto dal padrone di casa Sangho Lee, ma può ritenersi soddisfatto di avere raggiunto il miglior risultato della stagione sul circuito maggiore. Prova positiva anche per Mirko Felicetti, arrivato sino ai quarti di finale, mentre Edwin Coratti (tredicesimo) e Roland Fischnaller (quindicesimo) sono stati eliminati negli ottavi di finale. Fuori nelle qualificazioni Daniele Bagozza, Aaron March e Gabriel Messner. La classifica di coppa a due gare dalle conclusione vede passare al comando Prommegger con 2960 puti contro i 2290 di Fischnaller, Coratti è quinto con 1740.

La gara femminile è stata dominata dalla tedesca Romina Hofmeister, impostasi nella big final sull'austriaca Sabine Schoeffmann, terza posizione per la ceca Ester Ledecka a scapito dell'altra tedesca Cheyenne Loch. Undicesima e fuori negli ottavi di finale Nadya Ochner, eliminata nelle qualificazioni Giulia Gaspari. La graduatoria complessiva vede al comando sempre Ledecka con 3400 punti, seguita dalla Ochner con 2590, terza è Jorg con 2529.

Fonte fisi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti