Le novità Ortovox per l’inverno 2019/20

Di GIANCARLO COSTA ,

Esercitazione sicurezza ORTOVOX (foto Hansi Heckmair MedRes) (3)
Esercitazione sicurezza ORTOVOX (foto Hansi Heckmair MedRes) (3)

L’azienda bavarese ORTOVOX è di casa nelle Alpi. Questa è una terra caratterizzata
da un profondo legame con le proprie radici regionali, dal folklore tradizionale e dalla tradizione
artigianale che sono parte integrante del modo di pensare e di agire dell’azienda.

Per l’inverno 2019/20 lo stretto rapporto con le montagne e la loro tradizione sono più presenti che mai: fin dagli inizi della “passione per la lana”, nel 1986, ORTOVOX ha collaborato con la tessitoria a maglia HERATEX con sede in Stiria. Con un processo di lavorazione ancora parzialmente manuale vengono qui lavorati e follati gli inserti CLASSIC KNIT e i CLASSIC WOOL GLOVES. Per la prima volta la lana svizzera SWISSWOOL viene utilizzata come filato nelle linee di prodotti: nelle Alpi di Lechtal questa pregiata lana vergine viene lavorata nella filanda WOLLE WAGNER e trasformata, in un processo molto lento ed accurato eseguito con macchinari vecchissimi, in un filato estremamente fine.

Un trattamento responsabile delle risorse, delle persone e dell’ambiente ha la massima priorità in
ogni produzione. I nuovi zaini per scialpinismo TRACE sono prodotti in un’azienda che rappresenta uno straordinario esempio di ottimi standard di lavoro in Vietnam sia per la FAIR WEAR FOUNDATION che per ORTOVOX. Lo zaino TRACE, con il suo dorso 2FOAM, è un punto di riferimento nel segmento degli zaini da scialpinismo ultraleggeri. Il DORSO IN SCHIUMA RIMOVIBILE offre grande comfort grazie alla morbidezza del suo lato esterno, mentre una schiuma più dura all’interno assicura una migliore PROTEZIONE DAGLI INFORTUNI PER MEZZO DELL’EQUIPAGGIAMENTO DI EMERGENZA.

Nel settore delle pale da valanga la nuova BEAST, con appena 580 grammi di peso, è la nuova PALA VERSATILE LEGGERA. Ben concepita, realizzata in materiali di ottima qualità e dotata di un’ideale lunghezza d’utilizzo la BEAST è perfetta sia per i principianti che per gli utenti più esigenti.

ORTOVOX WOOL PROMISE

Nel settore dell’abbigliamento ORTOVOX dal 1988 tutto ruota attorno alla lana. La fine lana Merino che viene lavorata su tutti gli strati d’abbigliamento viene acquistata dall’azienda bavarese in Tasmania. Attualmente la materia prima per il mountainwear proviene da oltre 45.000 FARM SELEZIONATE E CONTROLLATE che producono secondo i criteri di ORTOVOX WOOL PROMISE (OWP) e con le quali ORTOVOX intrattiene da anni relazioni personali. L’OWP è uno dei pochi standard della lana del settore outdoor e in molti punti va ben oltre il Responsible Wool Standard (RWS). Dalla gestione della farm e del territorio al benessere degli animali, al trasporto fino alla macellazione l’OWP copre gli ASPETTI DI SOSTENIBILITÀ DELLA PRODUZIONE
DELLA LANA, crea trasparenza ed è sinonimo di LANA
MERINO A PRODUZIONE SOSTENIBILE.

ORTOVOX MERINO BASE LAYER

LANA MERINO NATURALE PER MAGGIOR PERFORMANCE.
ORTOVOX utilizza per il primo strato della fine lana Merino di farm tasmaniane selezionate che producono la lana secondo le direttive di ORTOVOX WOOL PROMISE (OWP). La linea 185 MERINO ROCK’N’WOOL in LANA MERINO AL 100% è il base layer ideale per tutti gli
appassionati di montagna e gli amanti della lana. Nella versione aggiornata viene utilizzato un FILATO MOULINÉ il cui aspetto particolare è dato dai filati ritorti di diversi colori. La linea 230 MERINO COMPETITION è stata realizzata quasi interamente senza cuciture;
grazie al PRINCIPIO DI BODY-MAPPING ad ogni zona del corpo viene assegnato il giusto spessore di lana Merino. L’80% di lana Merino con un diametro di fibra di appena 16,5 micron rende il tessuto morbido e non irrita la pelle mentre l’uso di elastan assicura una grande elasticità.

MERINO FLEECE PLUS: CLASSIC KNIT HOODY

PER TRADIZIONE E CONVINZIONE.
La linea MERINO FLEECE PLUS è un prodotto tradizionale di origine regionale, realizzata attraverso un complesso processo di lavorazione.
Sul lato anteriore del CLASSIC KNIT HOODY, ORTOVOX utilizza la lana non trattata delle pecore di montagna svizzere (nere). La lana regionale viene trasformata in filato con molta cura per mezzo di macchinari vecchissimi nella Lechtal e tessuta in Stiria dall’azienda HERATEX. Fin dagli inizi della sua avventura con la lana, nel 1986, ORTOVOX fa produrre in
questa piccola azienda prodotti in maglia e in lana cotta realizzati in parte ancora manualmente. Oltre alla fine lana Merino all’interno del CLASSIC KNIT HOODY viene intessuto anche POLIESTERE RICICLATO.

SERIE TOUR: TRACE

VELOCE, LEGGERO E SICURO.
Per tutti gli scialpinisti ambiziosi che apprezzano LEGGEREZZA, VELOCITÀ e SICUREZZA: lo zaino da scialpinismo TRACE si concentra sulle caratteristiche essenziali senza per questo rinunciare alla sicurezza e al comfort. La particolarità è rappresentata dal dorso 2FOAM che stabilisce nuovi parametri nel segmento degli zaini per scialpinismo leggeri: il DORSO IN SCHIUMA RIMOVIBILE offre grande comfort grazie alla morbidezza del suo lato esterno, mentre una schiuma più dura all’interno assicura una migliore protezione dagli infortuni grazie all’equipaggiamento d’emergenza.
Ulteriori caratteristiche come gli ELEMENTI CATARIFRANGENTI, il fissaggio diagonale o il supporto per l’equipaggiamento d’emergenza rendono il leggero TRACE un compagno fedele nelle gite di scialpinismo, sia di giorno che di notte.

PALE DA VALANGA: BEAST

VERSATILE E LEGGERA.
La nuova BEAST è una pala da valanga leggera e ben concepita, adatta sia per i principianti che per gli utenti più esigenti. Grazie alla lunghezza d’utilizzo di 83 cm e al volume d’asporto di 2,3 l la BEAST possiede le dimensioni ideali per lavorare in modo efficiente
nel caso di caduta di una valanga. Inoltre, grazie alla funzione telescopica è facile da stivare nello zaino e con i suoi 580 grammi è una delle pale da valanga più leggere. Ulteriori caratteristiche come l’impugnatura a T con possibilità di impostazione sia per destri che per mancini o l’affidabile materiale in alluminio rendono questa pala da valanga leggera e versatile.

ORTOVOX – LA VOCE DELLE MONTAGNE

Dalla fondazione dell’azienda avvenuta nel 1980 a sud di Monaco di Baviera ORTOVOX è simbolo della maggiore protezione possibile per le attività alpine. Come pionieri nel settore della sicurezza valanghe, ORTOVOX ha contribuito in modo decisivo allo sviluppo di prodotti per le emergenze in montagna. Innovazioni come il primo dispositivo A.R.T.VA a doppia frequenza o come la tecnologia Smart Antenna, oltre ad attività mirate di formazione, contribuiscono ancora oggi a rendere gli sport alpini più sicuri e a salvare delle vite umane. Dal 1988 l’assortimento ORTOVOX si è arricchito con abbigliamento per gli sport alpini realizzati in e con lana. Gli esperti della lana hanno sviluppato un sistema comfort dal primo al terzo strato che offre grandissima funzionalità, protezione e comodità in montagna grazie alla combinazione intelligente del materiale naturale e di fibre innovative.
ORTOVOX è un marchio sia per l’inverno che per l’estate. Non è solo la passione per la neve incontaminata nelle escursioni sciistiche e di freeriding a spingere il marchio, ma anche le esperienze comuni durante le arrampicate, le scalate alpine o le escursioni ad alta quota. L’amicizia contraddistingue ogni azione di ORTOVOX all’interno del team, nei confronti dei clienti, dei partner, dei fornitori sia all’aperto che nella vita di tutti i giorni.

Per altre informazioni www.ortovox.com

Articolo Publiredazionale

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti