La Coppa del Mondo di Snowboard a Maelle Ricker e Benjamin Karl nelle finali di La Molina (SPA)

Di GIANCARLO COSTA ,

01 Maelle-Ricker-e-Benjamin-Karl-a-La-Molina-(foto-www.daylife.com).jpg
01 Maelle-Ricker-e-Benjamin-Karl-a-La-Molina-(foto-www.daylife.com).jpg

La lunga stagione dello snowboard, iniziata nel fine estate 2009 a Cardrona in Nuova Zelanda, è terminata lo scorso weekend nella località spagnola di La Molina. Tre le specialità in campo, Slalom Gigante Parallelo, Snowboardcross e Half Pipe con le relative coppe, oltre a quella Overall, cioè generale. In campo femminile questa è andata alla canadese Maelle Ricker che ha preceduto l'olandese Nicolien Sauerbreij e l'austriaca Doris Guenther. Alla Ricker, campionessa Olimpica di snowboardcross a Vancouver, anche la coppa di specialità, davanti a Helene Olafsen (NOR) e Dominique Maltais (CAN). Stesso discorso per l'olandese Sauerbreij, anch'essa campionessa Olimpica di PGS, che vince la Coppa di PGS su Doris Guenther e la svizzera Fraenzi Maegert-Kohli. Questo può far capire il valore della contesa, che vede sempre al via le migliori nel PGS e nel SBX.

Non si può dire la stessa cosa per l'Half Pipe, dove non sempre le migliori sono presenti. Qui la coppa è stata vinta dalla cinese Cai Xuetong, nemmeno presente a La Molina, mentre la campionessa Olimpica Torah Bright, australiana, è 16a con una vittoria nell'unica gara disputata. Le italiane in classifica generale sono piuttosto lontane: 47a Carmen Ranigler, Raffaella Brutto 66a e Corinna Boccacini 67a.

Passando alla Coppa del Mondo Overall maschile, si può ripetere lo stesso discorso fatto per le donne, con gli snowboarder migliori del PGS e del SBX sempre presenti, mentre i freestyler più forti si sono visti tutti insieme solo a Vancouver. Qui vittoria per l'austriaco Benjamin Karl sia nella coppa Overall che in quella dello Slalom Gigante Parallelo, con il francese Pierre Vaultier secondo e dominatore della Coppa di Snowboardcross, e l'altro austriaco Andreas Prommegger terzo nell'Overall e secondo nel PGS. Il campione Olimpico canadese Jasey Jay Anderson finisce quarto nell'Overall e terzo nel PGS.

Passando alla coppa di SBX, dietro al dominatore Pierre Vaultier si sono piazzati l'australiano Alex Pullin e l'americano Graham Watanabe.

Nell'Half Pipe la Coppa del Mondo ha premiato i più presenti e regolari. Pensiamo al fuoriclasse americano Shaun White, il più forte freestyler degli ultimi 5 anni, 2 ori Olimpici a Torino e Vancouver, ha partecipato a una sola gara, quella di Cardrona in Nuova Zelanda, naturalmente vinta, e con i suoi 1000 punti è finito 18° nella Coppa HP e 70° in quella generale. Invece la Coppa di specialità è andata al canadese Justin Lamoureux, primo senza vincere una gara, con un terzo posto di La Molina dietro al vincitore norvegese Freddie Austbo e al tedesco Christophe Schmidt. Ha superato il finlandese Janne Korpi e il tedesco Schmidt.

Per gl'italiani, il vincitore del PGS di Mosca Aaron March finisce 13°, Roland Fischnaller 17° ed il protagonista dello Snowboardcross Alberto Schiavon 27°.

Per lo snowboard azzurro una stagione così così, che merita una riflessione: guardando il massiccio movimento di snowboarder in ogni stazione sciistica e in qualsiasi parte d'Italia, come mai non si riesce ad esprimere una squadra d'alto livello e soprattutto un atleta di vertice con risultati continui? Forse perché la FISI considera solo lo sci alpino? O chi fa snowboard non ha testa per impegnarsi per essere un vero atleta? Alla prossima stagione per l'ardua risposta.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti