Klaebo e Johaug dominano a Ruka, Federico Pellegrino miglior italiano 19mo

Di GIANCARLO COSTA ,

La Pursuit finale di Ruka (foto fiscrosscountry)
La Pursuit finale di Ruka (foto fiscrosscountry)

Prosegue il dominio di Johannes Klaebo nello sci di fondo. Il norvegese, detentore della sfera di cristallo, ha chiuso in testa la pursuit 15 km, ultima prova del minitour di Ruka, anticipando di 1"8 il suo connazionale Iversen ed il finlandese Niskanen, staccato di 11"1. Grazie all'ennesima vittoria, Klaebo si aggiudica anche il minitour finlandese, portando a casa 200 punti, oltre ai 50 odierni frutto del miglior tempo di giornata. Federico Pellegrino, in una prova di distanza a lui poco favorevole, è riuscito a entrare tra i top 20, centrando il 19esimo posto a 2'36"6 dall'insuperabile Klaebo. Meno bene il valdostano Francesco De Fabiani, che si è dovuto accontentare della 32esima posizione, lontano 3'39"2 dalla vetta. Finiscono ben più dietro Giandomenico Salvadori e Stefan Zelger, rispettivamente 55° e 56°, con oltre 5' di distacco dal primo classificato.

In campo femminile la musica non è differente: a comandare è sempre la Norvegia con Therese Johaug, trionfatrice della la pursuit femminile. Partita con un vantaggio di 18" sulla diretta inseguitrice Bjornesen, la 31enne ha controllato agevolmente la prova dei 10 km chiudendo col miglior tempo (25'48"0) la crono odierna. Dietro di lei ci sono le connazionali Heidi Weng, staccata di 1'11"3 e Astrid Jacobsen, lontana 1'13"3. Grazie agli ottimi risultati ottenuti nei tre giorni di gara, la Johaug vince il minitour aggiudicandosi ben 200 punti, ai quali bisogna aggiungerne altri 50 per il miglior crono di giornata. Non una novità, visto che la nativa di Dalsbygda, aveva vinto anche il primo minitour della stagione 2018/2019 disputato a Lillehammer. Bilancio non positivo invece, per la squadra azzurra: Lucia Scardoni ha chiuso 41ma, a 4'28"3 dalla vetta, e quindi fuori dalla zona punti, al pari di Caterina Ganz, 43ma, e di Anna Comarella, al 57ma, staccata di oltre 5' dalla Johaug.

Ordine d'arrivo pursuit 15 km maschile Ruka (Fin):
1. KLAEBO Johannes NOR 35:29.7 (totale 1:13:06.7)
2. IVERSEN Emil NOR +1.8 (totale 1.13:08.5)
3. NISKANEN Iivo FIN +11.1 (totale 1:13:17.8)
4. GOLBERG Paal NOR +47.9 (totale 1:13:54.6)
5. BOLSHUNOV Alexander RUS +48.3 (totale 1:13:55.0)
6. HOLUND Hans Christer NOR +52.1 (totale 1:13:58.8)
7. TOENSETH Didrik NOR +58.8 (totale 1:14:05.5)
8. ROETHE Sjur NOR +1:16.4 (totale 1:14:23.1)
9. HALFVARSSON Calle SWE +1:33.6 (totale 1:14:40.3)
10. USTIUGOV Sergey RUS +1:39.0 (totale 1:14:45.7)

19. PELLEGRINO Federico ITA +2'36"6 (totale 1:15:43.3)
32. DE FABIANI Francesco ITA +3:39.2 (totale 1:16:45.9)
55. SALVADORI Giandomenico ITA +5'28"9 (totale 53° 1:18:35:6)
56. ZERLGER Stefan ITA +5'33"2 (totale 59° 1:19.09.9)

Classifica generale maschile Cdm:
1. KLAEBO Johannes NOR 324
2. IVERSEN Emil NOR 283
3. NISKANEN Iivo FIN 228
4. GOLBERG Paal NOR 202
5. BOLSHUNOV Alexander RUS 189

19. PELLEGRINO Federico ITA 49
46. DE FABIANI Francesco ITA 9
53. RASTELLI Maicol ITA 4

Ordine d'arrivo Pursuit 10 km femminile Cdm Ruka (Fin):
1. JOHAUG Therese NOR 25:48 (totale 55:43.0)
2. WENG Heidi NOR +1:11.3 (totale 56.54.3)
2. JACOBSEN Astrid NOR +1:13.3 (totale 56:56.3)
4. BJORNSEN Sadie USA +1:27.9 (totale 57:10.9)
5. DIGGINS Jessica USA +1:30.9 (57:13.9)
6. PARMAKOSKI Krista FIN +1:41.0 (totale 57:24.0)
7. WENG Tiril Udnes NOR +1:52.5 (totale 57:35.5)
8. KARLSSON Frida SWE +1:53.9 (totale 57:36.9)
9. RAZYMOVA Katerina CZE +2:00.1 (57:43.1)
10. BRENNAN Rosie USA +2:15.3 (57:58.3)

41. SCARDONI Lucia ITA +4:28.3 (totale 1:00:11.3)
43. GANZ Caterina ITA +4:52.0 (totale 1:00:35.0)
55. COMARELLA Anna +5:33.3 (totale 1:01:16.3)

Classifica generale femminile Cdm:
1. JOHAUG Therese NOR 311
2. WENG Heidi NOR 238
3. JACOBSEN Astrid Uhrenholdt NOR 216
4. MAUBET BJORNSEN Sadie USA 201
5. DIGGINS Jessica USA 167

35. SCARDONI Lucia ITA 15
39. LAURENT Greta ITA 10

Fonte fisi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti