Johannes Klaebo e Therese Johaug vincono il Ruka Triple in Finlandia, Federico Pellegino 19mo

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio femminile finale Ruka Triple (foto fb fiscrosscountry)
Podio femminile finale Ruka Triple (foto fb fiscrosscountry)

Johannes Klaebo inizia la stagione con l’obbiettivo di vincere Coppa del mondo e Mondiali di Oberstdorf, e il risultato di questi 3 giorni del Ruka Triple di Kuusamo in Finlandia lo dimostra chiaramente. Gioca al gatto col topo negli ultimi chilometri della Ruka Triple, che lo hanno visto impegnato nel testa a testa dal vincitore di Coppa del mondo uscente, il russo Alexander Bolshunov e con il compagno di squadra Emil Iversen, entrambi apparsi in ottima forma. Poi, sul finale allunga e mette le mani sulla tournée nordica di apertura della stagione.
Primo Klaebo, con il tempo di giornata di 35'09"8, davanti a Bloshunov per soli 7 decimi e a Iversen per 3 secondi.
Bella gara di Federico Pellegrino che risale posizioni in classifica e, alla fine, è il miglior azzurro al traguardo con il 19° posto a 1'41" da Klaebo. Francesco De Fabiani è 20°, un po' meno perfomante rispetto alla gara in classico di sabato e staccato di 1'43" dal vincitore, quindi 36° Giandomenico Salvadori e 56° Maicol Rastelli, a chiudere la lista degli italiani.

"Il bilancio dei tre giorni è complessivamente positivo - ha spiegato alla Federico Pellegrino -, l'obiettivo del fine settimana era capire il mio livello di forma, avevo detto alla vigilia che mi sarebbe piacuito sostituire i punti interrogativi con punti esclamativi, penso di esserci riuscito. In tutte le gare sono finito a punti e nel minitour mi sono piazzato nei venti. Anche se le distanze mi interessano relativamente, le affrorto al massimo, purtroppo nella sprint di venerdì a cui tenevo non sono riusicto a esprimere il mio vero valore, con i binari che hanno cambiato condizione fra le qualificazioni (dove è giunto 6°) e la fase a eliminazione diretta. Non ho scelto il materiale più performante, nella rampa conclusiva mi sono fatto superare ed era troppo tardi per recuperare, peccato essere rimasto fuori perchè i due che hanno superato la mia batteria, sono poi arrivati in finale. Conto di rifarmi già a Davos nella prima sprint in tecnica libera fra due settimane".

Ordine d'arrivo 15 km TL Cdm Ruka (FIN):
1. Johannes Klaebo NOR 35'09"8
2. Alexander Bolshunov RUS +0"7
3. Emil Iversen NOR +3"0
4. Hans Christer Holund NOR +19"5
5. Iivo Niskanen FIN +27"3
6. Andrew Musgrave GBR +27"7
7. Alexey Chervotkin RUS +32"9
8. Evgeniy Belov RUS +33"4
9. Andrey Melnichenko RUS +35"9
10. Ristomatti Hakola FIN +37"1
19. Federico Pellegrino ITA +1'41"7
20. Francesco De Fabiani ITA +1'43"2
36. Giandomenico Salvadori ITA +2'29"3
56. Maicol Rastelli ITA +4'11"2

Therese Johaug dominatrice della Ruka Triple

Senza storia anche la 10 km a tecnica libera di Ruka, che chiude il Ruka Nordic Triple di inzio stagione. La norvegese Therese Johaug domina la gara con il tempo di 25'06". Al secondo posto si piazza la russa Tatiana Sorina, staccata però di 47 secondi. Terzo posto per la svedese Ebba Andersson a 48".
Le italiane, in sostanza, mantengono le posizioni della classica: Lucia Scardoni è 27ma con 3'14" di distacco dalla vincitrice, Anna Comarella non riesce a centrare l'obiettivo delle prime trenta e si ferma al 34° posto con 3'22". Lontana Greta Laurent, 64ma oltre 9 minuti dalla leader.
Il podio del Ruka Triple è il medesimo della gara odierna, con Johaug assoluta padrona. La migliore delle azzurre è sempre Scardoni con il 27° posto.

Ordine di arrivo 10 km TL femminile Cdm Ruka:

1. Therese Johaug NOR 25'06"2
2. Tatiana Sorina RUS +47"0
3. Ebba Andersson SWE +48"6
4. Frida Karlsson SWE +50"8
5. Rosie Brennan USA +52"5
6. Helene Marie Fossesholm NOR +54"8
7. Linn Svahn SWE +1'06"9
8. Maja Dalqvist SWE +1'08"8
9. Kerttu Niskanen FIN +1'14"5
10. Natalia Nepryaeva RUS +1'15"6
27. Lucia Scardoni ITA +3'14"3
34. Anna Comarella ITA +3'22"7
64. Greta Laurent ITA +9'08"0

Fonte Fisi

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti