Itinerario Sci & Snowboard-Alpinismo – Punta Palasina (2782 m) – Estoul (AO)

Di GIANCARLO COSTA ,

01 Itinerario Punta Palasina
01 Itinerario Punta Palasina

ACCESSO: Per arrivare a Estoul, in Val D’Ayas, prendere l’autostrada A5 Torino-Aosta, uscire a Verres e proseguire sulla statale fino a Brusson, quindi prendere il bivio per Estoul. Arrivati ad Estoul (1870 m) fermarsi nel parcheggio superiore, nei pressi della pineta, quindi partire per l’escursione.

DISLIVELLO: 900 metri circa

DIFFICOLTA: MS (Medi sciatori e snowboarder alpinisti)

TEMPO: 2h30’ da Estoul

PERIODO CONSIGLIATO da Dicembre ad Marzo

ATTREZZATURA: da scialpinismo o snowboard-alpinismo, utili i rampant

CONTATTI UTILI: Soccorso alpino 118

Bar alla base delle piste

DESCRIZIONE ITINERARIO

Iniziare la salita dal parcheggio superiore di Estoul, che consente di evitare le piste battute. Passando tra casette e baite si arriva in cima agli impianti quasi completamente fuori pista. Si passa sotto una seggiovia per seguire a sinistra, poi con una leggera discesa si incrocia la strada che porta al rifugio Arp. Un lungo traverso porta alla conca dalla Punta Valfredda. Si risale la dorsale a sinistra portandosi nei pressi di un gruppo di baite, superate le quali si affronta il pendio finale di Punta Palasina. Generalmente la traccia esistente fa salire a destra per la cresta finale.

In discesa seguire l’itinerario di salita, se le condizioni della neve lo consentono si può scendere direttamente dalla vetta senza ripercorrere le diagonali di salita fino alle baite

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti