Itinerario sci e snowboard alpinismo – Cima Redentore (quota 2448 m), Monti Sibillini da Castelluccio di Norcia (PG - Umbria)

Di GIANCARLO COSTA ,

Apertura itinerario Cima Redentore Monti Sibillini da Castelluccio di Norcia (foto Carotti)
Apertura itinerario Cima Redentore Monti Sibillini da Castelluccio di Norcia (foto Carotti)

INIZIO ESCURSIONE: Castelluccio di Norcia (quota 1452 m)

ACCESSO: Per arrivare a Castelluccio di Norcia, posto sull'omonimo altipiano Piani di Castelluccio, al centro del Parco dei Monti Sibillini, si possono seguire 3 accessi. Da Ascoli Piceno, verso Norcia, quindi salire verso Forca Canapine e seguire per Castelluccio, oppure da Terni verso Norcia, quindi seguire per Forca Canapine e Castelluccio, oppure dall'uscita autostradale di Civitanova Marche seguire per Tolentino e Visso, quindi salire verso i Piani di Castelluccio.

DISLIVELLO: 1000 metri circa

DIFFICOLTA: BSA (Buoni sciatori e snowboarder alpinisti)

PERIODO CONSIGLIATO febbraio-aprile

ATTREZZATURA: da scialpinismo o snowboard-alpinismo

DESCRIZIONE ITINERARIO

La Cima del Redentore, situata a 2448 metri di quota, è una delle vette più elevate dei monti Sibillini, nonché la cima più alta dell’Umbria e si trova esattamente al confine fra le province di Perugia e Ascoli Piceno. Arrivati a Castelluccio di Norcia l'imponente sagoma dei Monti Sibillini domina l'altipiano, da qui si può vedere la linea di salita e di discesa. Parcheggiare appena sotto Castelluccio di Norcia, quindi avvicinarsi alle lingue di neve su una strada poderale sterrata. Iniziare la salita verso il Canale della Virgola, quello più evidente da sotto, e a metà salita, quando la pendenza si fa sostenuta, si possono mettere i coltelli o calzare i ramponi se la neve è dura o gelata. Usciti dal canale si prosegue per cresta, da qui il panorama è suggestivo, dai Sibillini ai Monti della Laga al mare Adriatico.

Arrivati alla croce di vetta della Cime del Redentore si può ridiscendere a Castelluccio per l'itinerario di salita, oppure scendere in modo diretto per uno degli evidenti canali che by-passano la fascia rocciosa centrale, che è meglio aver studiato prima di salire. In questo itinerario siamo scesi per il 5° canale.

Al termine dell'escursione non può mancare una sosta in una delle trattorie di Castelluccio di Norcia per i tradizionali piatti a base di lenticchie.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti