Itinerario Sci e Snowboard Alpinismo – Canale Maiori, Monte Sirente (Secinaro, AQ-Abruzzo)

Di GIANCARLO COSTA ,

24 Discesa nel Canale Maiori
24 Discesa nel Canale Maiori

INIZIO ESCURSIONE: Chalet dei Prati del Sirente, quota 1175 metri

ACCESSO: Per arrivare allo Chalet dei Prati del Sirente, da L’Aquila prendere per San Martino d’Ocre, quindi per Rocca di Mezzo, dopo qualche chilometro prendere a sinistra per Secinaro e dopo una dozzina di chilometri sulla SR5bis, s’incontra la spianata da cui si può ammirare il Sirente e il Canale Maiori. Parcheggiare all’area di sosta dello Chalet dei Prati del Sirente, che risulta di evidente identificazione

DISLIVELLO: 1100 metri circa

DIFFICOLTA: BS (Buoni sciatori e snowboarder alpinisti)

TEMPO: 2,30h per la salita

PERIODO CONSIGLIATO fine inverno-primavera

ATTREZZATURA: da scialpinismo o snowboard-alpinismo

CARTOGRAFIA: Gruppo Velino-Sirente, CAI Abruzzo; Carta Velino-Sirente edizioni Il Lupo

NUMERI UTILI: 118

DESCRIZIONE ITINERARIO

Questo itinerario è ormai una classica dello scialpinismo abruzzese la cui fama ha oltrepassato i confini regionali e richiama l’attenzione di scialpinisti dal nord Italia e dall’altro versante delle Alpi. Il canale largo ed evidente ha un avvicinamento complesso per chi non ci è mai stato, un specie di caccia al tesoro nel bosco. Comunque partiti dalla chalet dopo pochi minuti sull’evidente strada sterrata, al primo bivio prendere a destra e per orientarsi seguire i segni sugli alberi, che ha volte riportano la scritta “Maiori”, altre volte la “M” incisa. Continuare sul sentiero e non farsi attirare dall’evidente radura, difficile da passare se si ha lo snowboard sulle spalle. Il sentiero piega a sinistra a si arriva alla radura finale da cui inizia il canale Maiori da subito evidente. La pendenza aumenta decisamente, nulla di estremo ma comunque abbastanza ripido, per cui bisogna valutare bene il tipo di neve con cui si ha a che fare. In condizioni di neve polverosa c’è pericolo di valanghe, nel caso di neve dura se si scivola si finisce alla base del canale, per cui sono utili rampant e ramponi.

Arrivati all’uscita del canale si può proseguire per cresta fino alla croce di vetta del Monte Sirente.

In discesa seguire il percorso di salita al contrario

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti