Itinerario Sci e Snowboard-alpinismo - Roc del Boucher (3285 metri), da Thures, Val Chisone (TO)

Di GIANCARLO COSTA ,

01 apertura roc de Boucher
01 apertura roc de Boucher

INIZIO ESCURSIONE: Thures (quota 1633 metri)

ACCESSO: Per arrivare a Thures da Torino, si può salire dalla Val Susa o dalla Val Chisone. Risalendo la Val Susa, prendere l'autostrada per il traforo del Frejus, quindi dopo l'ultima barriera continuare continuare fino alla deviazione per Cesana-Claviere. Arrivati a Cesana proseguire diritti in direzione di Bouisson, quindi all'altezza della caserma militare c'è l'indicazione per Thures. Al tornante prima delle case della frazione parcheggiare ed iniziare a percorrere la strada, innevata. Nella stagione avanzata si può arrivare in auto fino a Ruilles, ma è meglio sincerarsi delle condizioni della strada per quest'eventualità. Se si sale dalla Val Chisone, da Torino per Pinerolo, quindi Villar Perosa, Fenestrelle, Pragelato, Sestriere, quindi scendere a Bouisson e poi risalire a Thures.

DISLIVELLO:  1650 metri con molto spostamento

DIFFICOLTA: BSA (Buoni sciatori e snowboarder alpinisti)

TEMPO: 4 h per la salita

PERIODO CONSIGLIATO Marzo-aprile

ATTREZZATURA: da scialpinismo o snowboard-alpinismo o racchette da neve

CARTOGRAFIA: IGC n°  1:50000 n.1 Val di Susa Val Chisone

CONTATTI UTILI: LA CROTA tel. 0122845175

www.lacrota.com

alba.trossello@libero.it

DESCRIZIONE ITINERARIO

Arrivati a Thures, parcheggiare nel tornante prima del paesino, quindi prendere la strada per Ruilles (quota 1657 metri), generalmente innevata. Dal Ruilles continuare a risalire il lungo vallone di Thuras, fino alle Grange di Thuras superiore (quota 2070 metri). Appena oltre le Grange, attraversare un ponte sul torrente, passando sulla destra orografica del vallone, continuare a salire piegando verso sinistra, quindi all'altezza di alcune baite c'è il cartello che indica il vallone con il Roc del Boucher e Punta Ciatagnera. Perdere quota e riattraversa il torrente, quindi iniziare la salita, veramente ripida nella prima parte, dove possono essere utili i coltelli. Quindi continuare a salire e verso quota 2900 piegare verso sinistra, verso la cima del Roc del Boucher. Gli ultimi 100 metri di salita si fanno a piedi, perché la pendenza aumenta e possono essere utili i ramponi.

In discesa seguire l'itinerario di salita al contrario.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti